Anche Donnarumma ha il diritto di sbagliare: lasciamolo crescere in pace
24/01/2017, 17:00
di Stefano Benzi
Un errore, uno solo. Ed eccoci qui pronti a mettere in croce Donnarumma. Non parlo di noi di Calciomercato.com e nemmeno di me al plurale, nonostante la stazza. Parlo di noi come personalità calcistica italiana generica, come tifosi da bar, come calcioamatori da salotto o scommettitori da taverna. 

Noi, il pubblico italiano, da sempre ha scarsissima indulgenza e non sa perdonare. Ci sono giocatori cui magari si perdona qualsiasi cosa, per tutta la vita e altri che al primo errore vengono messi sul banco degli imputati e condannati sommariamente. Mi riferisco a Donnarumma e all’incertezza che lo ha visto protagonista contro il Napoli: quella palla che gli è scappata non è andata giù a diversi osservatori. Guardavo con (poco) interesse i soliti dibattiti che si autoalimentano a suon di provocazioni sulle tv locali e per una volta ho resistito più di 40” quando ho sentito uno degli opinionisti (pare li si debba definire così) dire che Donnarumma è già sopravvalutato e che in fondo questo errore dimostra che non è niente di più che un portiere che deve ancora crescere tanto. Un secondo, il tempo di elaborare il concetto, un altro secondo, il tempo di spegnere la tv e prendere un libro e qualche minuto qui per scrivere quello che penso io. 

Donnarumma è uno di quei miracoli che ogni venticinque-trent’anni accadono cui bisogna solo augurare tanta salute e tranquillità. A sopravvalutarlo ci penserà il suo procuratore Mino Raiola cui vorrei girare il mio cv per vedere se riesce a farci qualcosa visti i periodi di crisi. A fare in modo che il portierone del Milan tenga la testa su campo e pallone ci penseranno i tecnici: sono convinto che Donnarumma sia un portiere sulla carta sensazionale con mezzi fisici impressionanti e grandi doti di reattività e istinto. Temo resterà poco nel nostro paese: l’Inghilterra può fare arrivare un fiume di soldi nelle casse del Milan e garantire al ragazzo una carriera sontuosa. Quanto al suo errore… credo che la gogna possa attendere. Gli errori aiutano a crescere, se c’è qualcuno intorno in grado di aiutarti e se non c’è la solita ipocrita cattiveria di creare i fenomeni per volerli distrutti alla prima occasione. 

Cresca, il giovane Donnarumma, con il sacrosanto diritto di sbagliare
Stefano Benzi
Tutte le ultime sulla tua squadra sulle nostre app, scegli la tua: Android iOS Windows Phone
Le più commentate
09:15
220
L'on. Taglialatela, dell'antimafia: 'Sono un ultrà del Napoli, canto Juve m...'
08:40
94
Il Brasile vince e va ai Mondiali. Cile e Colombia inguaiano l'Argentina, che trema dopo il ko in Bolivia senza Messi
10:30
82
di Andrea Distaso
Ce l'ho con... Ventura, questo Barzagli non merita più la Nazionale!
Commenti
Devi inserire un contenuto al tuo commento prima di inviarlo!
Grazie per averci inviato il tuo commento. È stato ricevuto e verrà valutato. Se sarà ritenuto pubblicabile sarà online a breve. Il sistema non accetta pubblicazioni ripetute dello stesso commento, ti chiediamo quindi di evitare di inviarlo nuovamente.
Invia
Per poter commentare effettua il LOGIN
Per poter commentare effettua o accedi con Facebook