Ce l'ho con... Dove sono i geni che rivolevano Balotelli in Nazionale?
13/02/2017, 17:00
di Andrea Distaso
Siccome l'Italia è un Paese di prevenuti e dove l'immagine conta più della sostanza, Giampiero Ventura è stato indicato da molti, sin dall'inizio, come inadeguato a ricoprire l'incarico di ct dopo un'esperienza travolgente come quella di Conte. E tra i motivi della sua inadeguatezza anche "l'inspiegabile ostracismo" mostrato nei confronti di Mario Balotelli, per cui era bastata una manciata di gol con la maglia del Nizza per parlare dell'ennesima rinascita. Ventura aveva sempre cercato di eludere l'argomento, manifestando la volontà di incontrare il diretto interessato prima di prendere una qualsiasi decisione in merito. Un comportamento da signore, ben diverso da chi gli aveva già appiccicato di indegno o di troppo anziano per una panchina così prestigiosa. Come sempre, i fatti alla lunga danno ragione e con Balotelli la storia si ripete ciclicamente. 

Non può bastare qualche buona prestazione isolata per emettere un giudizio definitivo, perchè è la carriera dell'attaccante bresciano a parlare. La mancanza di continuità e la propensione a ricadere in certi fastidiosi atteggiamenti ("Dovrebbe impegnarsi di più, invece a volte si isola e sembra non abbia voglia di fare nulla con noi. E' un peccato", ha detto il compagno di squadra Eysseric) è parte del suo curriculum, ma per qualcuno sono dettagli. Favre, il suo allenatore a Nizza, non ha usato giri di parole per definire i motivi delle continue recenti esclusioni ("Non si applica in fase difensiva") esprimendo una bocciatura inappellabile anche in ottica futura. E la Nazionale? La solita scontata suggestione di chi, pur di alimentare uno sterile dibattito, continua a considerare Balotelli un giocatore da grandi palcoscenici. Tutti geni, poi per fortuna decide Ventura.

Andrea Distaso
Tutte le ultime sulla tua squadra sulle nostre app, scegli la tua: Android iOS Windows Phone
Le più commentate
27/06
5
di Andrea Robertazzi
Spagna-Italia, le pagelle di CM: male Gagliardini, si salva Bernardeschi
27/06
5
di Federico Albrizio
Donnarumma, poca serenità e troppi errori: ora l'incontro-verità col Milan
27/06
3
Inter, Pellegri come Skriniar: due contropartite per aggiustare i bilanci
Commenti
Devi inserire un contenuto al tuo commento prima di inviarlo!
Grazie per averci inviato il tuo commento. È stato ricevuto e verrà valutato. Se sarà ritenuto pubblicabile sarà online a breve. Il sistema non accetta pubblicazioni ripetute dello stesso commento, ti chiediamo quindi di evitare di inviarlo nuovamente.
Invia
Per poter commentare effettua il LOGIN
Per poter commentare effettua o accedi con Facebook