Kalinic in panchina: Sousa, ma perché devi sempre fare il fenomeno?
16/12/2016, 09:00
di Stefano Agresti
Abbiamo notevole ammirazione per Paulo Sousa: il modo in cui la Fiorentina ha prodotto bel calcio, nell’ultimo anno e mezzo, è dovuto essenzialmente a lui, alle sue idee, alle sue convinzioni. E ci piace anche l’atteggiamento a volte incredulo, a volte un po' snob con cui osserva gli impacci della società viola sul mercato: ma com’è possibile che ne combinino così tante?, sembra chiedersi. In effetti, ripensando anche all’ultima campagna acquisti, è difficile darsi spiegazioni.

 

A volte, però, Paulo Sousa esagera. E fa il fenomeno più di quanto in effetti non lo sia. Come contro il Genoa, ad esempio. Che senso ha l’esclusione di Kalinic dopo la meravigliosa doppietta e la grande partita del centravanti croato contro il Sassuolo? Qual è l’obiettivo? Cos’è che passa per la testa a un allenatore che prende il suo miglior calciatore, in forma straordinaria, e lo butta in panchina per sostituirlo con Zarate? Una risposta c'è e un po’ inquieta: Sousa ha la mania di stupire, quasi una malattia. Vuole sempre sorprendere, anche quando non ce n’è bisogno. E forse ha anche l’intenzione di rivendicare la propria importanza, la propria superiorità su tutto quello che lo circonda: Kalinic è importante ma io lo sono di più, infatti lo lascio fuori anche quando sta benissimo. Mah.

Con Kalinic, è rimasto in panchina pure Ilicic. Insomma, questa sconfitta Sousa se l’è cercata. Poi è vero che contro il Genoa, soprattutto a Marassi, si può anche perdere, tanto che perfino la Juve ci ha lasciato tre punti. Ma almeno giocarsela con la formazione migliore, senza essere vittime della propria vanità, era un dovere. Macché: la Fiorentina senza Kalinic è stata travolta in quel quarto d’ora che restava del primo tempo. E quando il croato è entrato, era già troppo tardi.

La Fiorentina ha perso una grande occasione per avvicinare la vetta. Ma Sousa non se la potrà prendere con chi non gli acquista calciatori d’alto livello: stavolta la colpa è tutta sua.

@steagresti
 


Stefano Agresti
Tutte le ultime sulla tua squadra sulle nostre app, scegli la tua: Android iOS Windows Phone
Leggi anche...
15/12
1
Fiorentina, Sousa: 'Ecco perché Kalinic non è partito titolare'
Commenti
Devi inserire un contenuto al tuo commento prima di inviarlo!
Grazie per averci inviato il tuo commento. È stato ricevuto e verrà valutato. Se sarà ritenuto pubblicabile sarà online a breve. Il sistema non accetta pubblicazioni ripetute dello stesso commento, ti chiediamo quindi di evitare di inviarlo nuovamente.

Hai mai pensato di aprire un blog su Vivoperlei? Scrivi il tuo articolo, potresti vincere un premio ogni settimana!

Chiudi e non mostrare più Apri un Blog su VXL
Invia
Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Calcioinfinito srl manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.
Per poter commentare effettua il LOGIN
Per poter commentare effettua o accedi con Facebook