L'ex agente di Gonçalo Guedes attacca il Benfica (e Jorge Mendes)
01/02/2017, 21:00
di Pippo Russo
Si è trattato di uno dei trasferimenti più chiacchierati di questa finestra invernale del calciomercato. Parlo del passaggio di Gonçalo Guedes, attaccante portoghese classe 1996, dal Benfica al Paris Saint Germain. L’ennesimo affare orchestrato da Jorge Mendes, agente del calciatore, per una cifra giudicata come al solito esagerata: 30 milioni, più 7 di bonus a rendimento. Una cifra che ha armato le ironie dell’ex milanista Cristophe Dugarry

Si sarebbe nella norma, se non fosse che in questo caso c’è un soggetto pronto a dare battaglia per far valere i propri diritti. Il soggetto in questione è Paulo Rodrigues, l’ex agente di Gonçalo Guedes, che reclama dei crediti relativi ai precedenti rinnovi contrattuali fra il calciatore e il Benfica, oltre al 10% sulla transazione che ha portato l’attaccante al PSG. E c’è già un appuntamento in giudizio fra l’agente e il club encarnado, fissato per il prossimo 8 febbraio. 

Si tratta dell’ennesima puntata di un conflitto sorto quando il calciatore decide di cambiare agente per affidarsi a Jorge Mendes. Un passaggio di cui si ha un’avvisaglia nel momento in cui viene firmato il secondo rinnovo tra il Benfica e Gonçalo Guedes. Come riferisce Rodrigues nel corso di un’intervista al sito francese Foot Mercato, quel giorno il giocatore non si presenta. E pochi giorni dopo fa pervenire all’agente una lettera con cui lo informa di ritenere sciolto il vincolo d’agenzia. Rodrigues la prende malissimo. Era stato l’artefice dell’innalzamento della clausola rescissoria da 30 a 60 milioni, e aveva già proposto Gonçalo al Paris Saint-Germain. Fra le due parti parte uno scambio d’accuse e minacce di querele, con l’agente che rivela d’essersi pure fatto carico d’assistere il calciatore e la sua famiglia ben oltre i limiti del rapporto d’agenzia. Afferma addirittura di aver comprato a Gonçalo cibo e vestiti, in una fase particolarmente critica per la famiglia Guedes.

E com’è ovvio, la rabbia di Rodrigues si rivolge anche verso Jorge Mendes. Il cui curriculum è fatto anche di calciatori e allenatori pronti a scaricare il proprio agente per passare sotto le insegne di Gestifute. La lista è lunghissima. Si va da quelli che hanno mollato l’ex potentissimo José Veiga (Hugo Viana, Quaresma e Cristiano Ronaldo fra i tanti), per passare a altri agenti come Ana Almeida (Nani), Paulo Barbosa (Miguel Veloso), Gonçalo Reis (Bebé), Jorge Baidek (Mourinho).

Ma nel caso di Rodrigues, Gestifute trova un osso duro. Il tipo è sanguigno, e quando gli prendono i cinque minuti è meglio non passargli vicino. Lo scopre a sue spese Valdir, ex calciatore passato a lavorare per l’agenzia di Jorge Mendes dopo la conclusione della carriera. A settembre 2015 Valdir si trova braccato da Rodrigues nello stadio di Setúbal. Ne segue pure uno scambio di sms fra i due, con Rodrigues che non va tanto per il sottile quanto a uso del linguaggio

Per un anno circa il conflitto rimane latente, ma torna a esplodere dopo il trasferimento di Gonçalo Guedes al PSG. Che ha riarmato le pretese di Rodrigues. L’agente pretende 1,8 milioni di commissione sul rinnovo del contratto fra l’attaccante e Benfica, 3 milioni (corrispondenti al 10%) sul trasferimento al PSG, e altri eventuali 700 mila euro nel caso scattino i bonus. Fanno 5,5 milioni. E per il Benfica sarebbe un bel salasso, altro che grande affare.

@pippoevai

Pippo Russo
Tutte le ultime sulla tua squadra sulle nostre app, scegli la tua: Android iOS Windows Phone
Leggi anche...
26/01
304
di Pippo Russo
ESCLUSIVO!
L'odiosa richiesta di licenziamento di Pistocchi dei leoni da tastiera
25/01
71
di Pippo Russo
ESCLUSIVO!
I segreti di Kenyon, il Montezemolo inglese paracadutato sull’Inter
Commenti
Devi inserire un contenuto al tuo commento prima di inviarlo!
Grazie per averci inviato il tuo commento. È stato ricevuto e verrà valutato. Se sarà ritenuto pubblicabile sarà online a breve. Il sistema non accetta pubblicazioni ripetute dello stesso commento, ti chiediamo quindi di evitare di inviarlo nuovamente.
Invia
Per poter commentare effettua il LOGIN
Per poter commentare effettua o accedi con Facebook