Scusi Sousa, ma è impazzito?
23/11/2016, 15:30
di Fernando Pernambuco
Corvino non lo sa. A chi gli chiede cosa stia succedendo in casa viola con Paulo Sousa, risponde: “Vedremo.” Per la verità, non occorre andare tanto lontano. Si vede già oggi e, forse, si vede da tempo. L’allenatore lusitano non si sa bene dove stia, se dentro o fuori, se stia facendo di tutto per farsi mettere in disparte o se lavori al rialzo per il mercato di gennaio. Ma questa seconda ipotesi, con i Della Valle e Corvino non pare praticabile. Non sembrano tipi da condividere scelte e progetti con la figura dell’ allenatore, di qualsiasi allenatore.

Allora resta in piedi la prima ipotesi: farsi liquidare, aspettare e approdare ad un altro lido. Sousa le credenziali ce l’ha. Altrimenti che senso avrebbe la freschissima dichiarazione: “Bernardeschi merita una squadra migliore?” Proprio adesso, che, diciamolo, dopo qualche incertezza tattica dovuta all’ allenatore, il giocatore sembra aver trovato quel posto di elezione, che non lo vede vagare ai lati del campo, ma lo pone più avanti, vicino alla porta.

Nella ormai proverbiale ambivalenza dellavalliana ( Fiorentina t’amo o non t’amo) la dichiarazione di Sousa destabilizza un ambiente e una società che, ogni anno, parte con squilli di tromba, salvo poi non fare mai quel salto di qualità eternamente annunciato. Posto che non muore nessuno, quello di Sousa è un suicidio o un ammutinamento? 

I tifosi, disorientati, s’infuriano fra molti dubbi e poche certezze e si straniano di fronte all’ennesima,  forse non necessaria, crisi d’identità. L’addio di Sousa sarà  lungo o repentino? Di certo è triste come un fado, malinconico e po’ paradossale, intriso di nostalgia per la perdita di una grandezza mai giunta.
Fernando Pernambuco
Tutte le ultime sulla tua squadra sulle nostre app, scegli la tua: Android iOS Windows Phone
Leggi anche...
23/11
55
di Fernando Pernambuco
ESCLUSIVO!
Scusi Sousa, ma è impazzito?
Commenti
Devi inserire un contenuto al tuo commento prima di inviarlo!
Grazie per averci inviato il tuo commento. È stato ricevuto e verrà valutato. Se sarà ritenuto pubblicabile sarà online a breve. Il sistema non accetta pubblicazioni ripetute dello stesso commento, ti chiediamo quindi di evitare di inviarlo nuovamente.
Invia
Per poter commentare effettua il LOGIN
Per poter commentare effettua o accedi con Facebook