Vorremmo mostrarti le notifiche per le ultime notizie e gli aggiornamenti.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie.

Scorrendo la pagina o cliccando il pulsante "ho capito" acconsenti all'uso dei cookie e accetti la privacy policy.

Allegri ascolti Zidane: Ronaldo è una macchina, ma non può dribblare l'età
Allegri l’ha già annunciato, Cristano Ronaldo in qualche occasione resterà a riposare. Panchina, tribuna, comunque lontano da quel campo che finora l’ha visto sempre timbrare il cartellino. Se sarà una scelta giusta o sbagliata lo dirà il tempo, per ora limitiamoci a mettere in fila alcune considerazioni, basandoci anche su quella che è stata la gestione del portoghese nell’ultimo anno al Real Madrid. Una certezza: a febbraio, il 5, Cristiano compie 34 anni. Gioca ininterrottamente da quando ne aveva 17. Una sensazione: non può reggere questi ritmi - ed essere allo stesso tempo il fuoriclasse che fa la differenza - per tutta la stagione e in un campionato logorante come la serie A (con la finestra Champions che si riapre a febbraio).

Andiamo a vedere qualche dato statistico. CR7 quest’anno con la Juventus ha giocato 21 partite ufficiali, 16 in campionato e 5 in Champions. Ha saltato solo l’andata con lo Young Boys (era squalificato) e circa un’ora di gioco con il Valencia, gara in cui venne appunto espulso. In serie A ha saltato soltanto 10 minuti, gli ultimi controlla Fiorentina, a risultato già acquisito. L’anno scorso i suoi numeri col Real sono stati questi: 27 partite giocate su 38 nella Liga, 13 su 13 in Champions, torneo in cui non ha saltato nemmeno un minuto di gioco. Zidane spesso e volentieri l’ha risparmiato. Per dire: in Copa del Rey Cristiano non si è mai visto: il Real - uscito ai quarti con il Leganes - non l’ha mai utilizzato (e mai è stato convocato). Nella Liga ha saltato le prime quattro giornate per una squalifica pregressa, poi ha giocato 20 partite da titolare (tre volte sostituito) da fine settembre a metà febbraio. Da fine febbraio a fine maggio, con la Champions che riapriva i battenti, il fuoriclasse portoghese ha saltato 7 partite su 15, la metà. I motivi? Più che altro la volontà di risparmiarlo, qualche acciacco, nel finale di stagione l’infortunio alla caviglia, prima della finale contro il Liverpool. La gestione di Zidane è stata premiata in Champions (vinta dal Real) ma non ha trovato riscontro nella Liga (vinta dal Barcellona, con il Real terzo a -17 dai rivali).
Un anno fa, proprio di questi tempi, dall’entourage dei Blancos era stata fatta circolare la notizia di un Cristiano con un’età biologica paragonabile a quella di un calciatore di 23 anni, conseguenza (anche) di una massa grassa inferiore alla media dei colleghi (la sua del 7%, quella della maggioranza dei colleghi si attesta sul 10%) e di una massa muscolare superiore. la professionalità, la dedizione alla causa, i sacrifici cui si sottopone e la cura del fisico non sono messi in discussione: in questo senso CR7 è un professionista esemplare, da prendere a modello. Ma l’età che avanza non si può dribblare. Bisogna saperla assecondare, gestire. Zidane all’epoca gli disse: «Se accetti di riposarti di volta in volta e di rinunciare ad alcune partite, allungherai la tua carriera per diversi anni». Suggerimento che ora fa suo anche Allegri. Per il bene di Cristiano, per il bene della Juventus.
Furio Zara

Tutte le ultime sulla tua squadra sulle nostre app, scegli la tua: Android iOS Windows Phone
Leggi anche...
18/12
40
Monaco, Golovin è un flop: giusta la scelta della Juventus
18/12
1
di Marco Tripodi
Genoa, per la fascia si guarda anche in casa Juve
18/12
1
di Marco Tripodi
Juve: Genoa e Bologna in corsa per Kean
Commenti
Devi inserire un contenuto al tuo commento prima di inviarlo!
Grazie per averci inviato il tuo commento. È stato ricevuto e verrà valutato. Se sarà ritenuto pubblicabile sarà online a breve. Il sistema non accetta pubblicazioni ripetute dello stesso commento, ti chiediamo quindi di evitare di inviarlo nuovamente.

Hai mai pensato di aprire un blog su Vivoperlei? Scrivi il tuo articolo, potresti vincere un premio ogni settimana!

Chiudi e non mostrare più Apri un Blog su VXL
Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Calcioinfinito srl manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.