Massimiliano Allegri torna a parlare. L'ex allenatore della Juventus, dopo gli accostamenti a Manchester United, Arsenal e Tottenham prima che arrivasse Mourinho, oggi ha spiegato a ESPN FC la sua versione per la questione ritorno in panchina: "Tornerò ad allenare solo a giugno. Non so se venga definito un anno sabbatico o meno, sono arrivato rapidamente a questa decisione col mio agente Giovanni Branchini. Quando ho chiuso con la Juve, ho deciso di prendermi un anno di stop".

Allegri conferma di non essere pentito: "Ho giocato a calcio da quando avevo 18 anni, ho allenato per altri 16... mi sono fermato dopo 34 anni, sono felice così. Posso riflettere, parlare con le persone, avere impegni nella vita privata e godermi altre passioni come il teatro, gallerie d'arte, lettura dei libri". Ma intanto, Max impara l'inglese: "Sto studiando l'inglese, è vero. Prendo lezioni qui a Milano, dove vivo. Inizio a parlarlo bene, faccio più fatica invece nell'ascoltare e capire gli altri. Poi, se parlano più piano ci riesco. Guardo anche film in inglese e leggo libri per migliorare l'apprendimento".

Chiosa finale dedicata al futuro: "Il prossimo anno sarà importante per me. La scelta che dovrò fare sarà fondamentale, devo essere preparato. Dopo 5 anni alla Juve e un anno fuori dal calcio, non voglio tornare in panchina e fare male".