Indovina indovinello: qual'è la squadra più potente di questo pianetello? La risposta io ce l'ho e ritengo pure che il mio margine d'errore sia pressochè prossimo allo zero, ma accetto eventuali smentite. Allora, ecco la mia risposta. Dieci lettere, eventualmente anche soltanto 4: Real Madrid. Detto questo, siccome per abitudine e forma mentis non credo ai complotti o alle combine, non penso assolutamente che il club più potente del mondo vinca partite e trofei con la frode, ma perché è molto forte, però sono altrettanto convinto che sappia esercitare molto bene il proprio potere ammaliante su arbitri, media e organi istituzionali.

La Juventus ha sperimentato in modo diretto tutta la potenza del Real durante la scorsa edizione della Champions, League, nella gara di ritorno dei quarti giocata al Bernabeu. Fu ua partita memorabile quella disputata dalla squadra di Allegri, poi vanificata da un discutibile fallo commesso, all'ultimo minuto di recupero, nell'area bianconera, che il direttore di gara non esitò a sanzionare col rigore, decidendo di fatto la qualificazione delle merengues alle semifinali. Non ci fosse stato di mezzo il Real Madrid e se la partita si fosse giocata altrove e non nel sacro tempio madridista (dove il Real fa ciò che vuole: a Ramos, squalificato, quella stessa sera venne permesso di scendere dalla tribuna e seguire la parte finale della gara in panchina) l'arbitro probabilmente avrebbe sorvolato e lasciato che le due squadre si giocassero la qualificazione nei supplementari.

Quanto sia potente il Real lo sta pagando pure Cristiano Ronaldo, il quale la scorsa estate si è permesso di abbandonarlo: in Champions ha ricevuto la sua prima espulsione, e - pur coi suoi 44 gol segnati la scorsa stagione, tra questi pure la rete più bella dell'intera Champions (la rovesciata contro la Juve, ndr) si è visto escludere dal podio del Pallone d'Oro, sul quale sono invece saliti altri due madridisti:Modric e Varane. Si, c'è Varane e non CR7. Da non credere. Strapotenza mediatica del Real, visto che i votanti del premio sono tornati ad essere anche i giornalisti. Come se non bastasse, Football Leaks ci ha fornito un ultimo, clamoroso tassello per completare il mosaico sul potere esagerato del Real: il doping di Sergio Ramos durante la penultima finale Champions, guarda caso ancora con la Juventus. A Cardiff, dove Ramos risultò positivo ai controlli. La Uefa, dopo averne parlato col Real, decise di archiviare tutto. "Un semplice disguido, poi chiarito" fanno sapere dalla Casa BlancaPraticamente Ramos quella sera utilizzò un farmaco dopante, il Real disse di averne somministrato al giocatore un altro e per errore di non averne comunicato il nome esatto, il medico si è assunto la responsabilità di questa disattenzione e tutto è finito lì. Senza un approfondimento di inchiesta, una sanzione, nada de nada. 

In Italia i maligni (e sono un'infinità) ritengono che la Juventus sia potente tanto quanto il Real e che vinca in quanto sfacciatamente aiutata dagli arbitri. Talmente potente questa Juve da subire un processo per doping dopo un paio di dichiarazioni fatte da Zeman sui muscoli di Vialli e Del Piero. Talmente potente da venire retrocessa in Serie B dopo l'ascolto di alcune intercettazioni telefoniche che facevano supporre l'alterazione dei campionati, tesi questa mai supportata da prove schiaccianti su partite combinate. Talmente potente da vedersi sottratta due scudetti vinti sul campo, e uno di questi pure assegnato ad una squadra che in quel campionato arrivò addirittura terza in classifica. Squadra che, in seguito, la procura federale accusò di illeciti. Poi subentrò magicamente la prescrizione e quella squadra ne uscì indenne. Come il Real dopo Cardiff.

Siete ancora convinti che, in Italia, la Juve sia potente come il Real, o esiste forse un club che gode di maggiori protezioni, attenzioni, riguardi?  5 lettere, o eventualmente 14.