Il Barcellona ha ufficializzato sul proprio sito internet l'accordo con l'Atletico Madrid per l'acquisto del centrocampista turco Arda Turan, accostato in passato anche al Milan e al Chelsea. Il giocatore, fortemente richiesto dall'allenatore Luis Enrique e dalla Comissione Tecnica del club, si vestirà di blaugrana per le prossime 5 stagioni per 34 milioni di euro, più 7 di bonus. Il Barcellona precisa inoltre che, essendo tuttora in corso la procedura di campagna elettorale per le nomina del nuovo presidente e della nuova Giunta Direttiva, la società vanta un'opzione di rivendita del calciatore all'Atletico Madrid fino alle ore 24 del prossimo 20 luglio corrispondente all'importo fisso dell'operazione meno il 10% (3,4 milioni) dell'opzione premium.  Il nuovo presidente sarà eletto il 18 luglio e avrà dunque il potere di decidere se finalizzare o meno l'ingaggio di Arda Turan che, alla luce dell'attuale blocco del mercato imposto dalla Fifa, non potrà scendere in campo prima di gennaio 2016.
 
IL SALUTO DI ARDA - Il Mago turco ha voluto salutare tutti i tifosi attraverso il sito ufficiale del club: "Sono stati quattro anni indimenticabili. All'Atletico ho vissuto molti momenti speciali e non potrò mai dimenticarmi dei miei compagni, della società e di tutti i tifosi. Ringrazio tutti loro, a partire da ora porterò l'Atletico per sempre nel mio cuore". 

LA FIFA SBLOCCA TOGLIE IL BLOCCO? - Un affare importante, il secondo dopo quello che ha portato l'esterno destro Aleix Vidal dal Siviglia alla squadra nella cui cantera era cresciuto. Senza dimenticare i contatti ripetuti nelle scorse settimane, sfociati nella missione italiana di mercoledì scorso di Ariedo Braida e Albert Soler per trattare con i vertici della Juventus del passaggio in Spagna di Paul Pogba. Tutti segnali che sembrano andare in un'unica direzione, ossia l'imminte sblocco del mercato da parte della Fifa, la stessa organizzazione che aveva varato la sospensione degli affari in entrata per la violazione dei trasferimenti di calciatori minorenni, sanzione confermata prima dalla Commissione d'Appello della Fifa e poi dal TAS di Losanna. Difficile immaginare che un club della potenza economica e del prestigio del Barcellona investa 51 milioni di euro (34 per Arda Turan e 17 per Vidal) e incontri la Juventus per un calciatore del livello di Pogba (per cui i bianconeri avrebbero rifiutato una prima offerta di 80 milioni) ben sapendo di non poter comunque impiegare questi giocatori per la prima metà di stagione. Qualcosa bolle in pentola e le parole del candidato presidente Joan Laporta, principale sfidante dell'uscente Bartomeu ("Il viaggio di Braida e Soler per Pogba è stato un fallimento"), sono il sintomo che la volontà del club campione d'Europa sia di mettere da subito il francese a disposizione di Luis Enrique, in attesa che dal quartiere generale della Fifa arrivino buone nuove. Senza dimenticare che quest'oggi, da parte del numero 1 della Juventus Andrea Agnelli è arrivata la prima apertura ad un addio del suo campione: "Pogba incedibile? Lo sarà solo dal 1° settembre".