Ismael Bennacer sta vivendo un'ottima seconda parte di stagione con il Milan. Perché dopo l'inizio deludente e la gestione prudente da parte di Marco Giampaolo, Stefano Pioli lo ha valorizzato da titolare intoccabile nella mediana rossonera al punto da vederlo come uno dei titolari per il presente e il futuro del Milan. In Inghilterra si è parlato di una presunta clausola pro Arsenal per la rivendita dell'algerino, in realtà non più vincolato in alcun modo alla società inglese. Anzi. 

Ascolta "Bennacer, il Milan e la clausola pro Arsenal" su Spreaker.

LA VERITA' SUL CONTRATTO - Quando in estate la dirigenza del Milan si è mossa con l'Empoli bloccando Bennacer prima ancora della Coppa d'Africa da protagonista, l'Arsenal aveva un'opzione per pareggiare la proposta rossonera. Una clausola inserita in favore dei Gunners al momento dell'acquisto di Ismael da parte dell'Empoli negli anni scorsi, mai esercitata; nonostante il sollecito del club toscano a giugno scorso, la dirigenza inglese ha scaricato Bennacer rinunciando a pareggiare l'offerta o anche a farlo formalmente per ottenere una percentuale di rivendita dal Milan in cambio di un disturbo 'evitato'. Niente di tutto questo, l'Arsenal - all'epoca tra le mani del manager Unai Emery - ha liberato Ismael senza problemi, retrocesso con l'Empoli. Da allora, la Coppa d'Africa a livelli super e una stagione che lo vede in decisa crescita col Milan. Ma negli accordi coi rossoneri, l'Arsenal non è più in alcun modo legato al percorso di Bennacer