Sono ufficialmente iniziati oggi, con le prime partite del nuovo campionato, i dieci giorni più odiati a tutti gli allenatori: quelli che intrecciano campo e mercato. Un intreccio che però, in ottica trattative, è utile per fornire suggerimenti. Il nuovo segnale arriva dal 'Franchi' di Firenze, dove Vincenzo Montella non ha schierato dall'inizio Cristiano Biraghi per la sfida contro il Napoli. Come se non bastasse, il tecnico viola ha puntato su Venuti, un terzino destro, adattato sulla fascia opposta. Indizi chiari, scenario evidente: il terzino si avvicina sempre di più all'Inter. La volontà del ragazzo è nota, annunciata da Pradè nei giorni scorsi e confermata ieri dall'agente del giocatore: Biraghi vuole solo i nerazzurri, ma serve l'intesa tra i club.  ORE DECISIVE - I contatti delle ultime ore hanno accelerato una trattativa che in precedenza aveva vissuto diverse frenate. La pista Dalbert, infatti, è tornata prepotentemente d'attualità per i toscani, proprio quando il terzino brasiliano sembrava ad un passo dal ritorno al Nizza. Dal futuro di Biraghi dipenderà, poi, anche quello di Federico Dimarco: l'ex giocatore del Parma, senza l'arrivo del laterale viola, sarà costretto a restare a Milano per una questione di liste (basate sui giocatori cresciuti nel vivaio). In casso di arrivo di Biraghi, invece, il classe 1997 potrebbe lasciare la Pinetina. Da Firenze, intanto, arrivano i chiari segnali di Vincenzo Montella: Biraghi-Inter, matrimonio sempre più vicino.