Vorremmo mostrarti le notifiche per le ultime notizie e gli aggiornamenti.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie.

Scorrendo la pagina o cliccando il pulsante "ho capito" acconsenti all'uso dei cookie e accetti la privacy policy.

Ce l'ho con... Leonardo non ha corretto Mirabelli, è un Milan mediocre
Allegri, Seedorf, Inzaghi, Mihajlovic, Brocchi, Montella e Gattuso: 7 allenatori in 4 anni e mezzo per un Milan che, passano le stagioni e cambiano le proprietà, non riesce a trovare una sua identità e continua a restare in un mediocre anonimato. Il conteggio rischia a breve di dover essere aggiornato, perché mai come in questo momento la posizione dell'attuale tecnico va monitorata e le prossime partite con Sassuolo, Olympiacos (Europa League) e Chievo emetteranno un responso. Sulle ambizioni della squadra, gia a -6 dalla zona Champions League (ma con una partita in meno), e sul futuro di Gattuso. Che non può però l'unica spiegazione ai mali e ai difetti di questa squadra.

I SOLITI DIFETTI - Per buona parte della critica, soprattutto quella forcaiola dei social network, l'unico responsabile di un avvio così difficoltoso è l'allenatore. Gioco monocorde, scarsa improvvisazione su modulo, preparazione e gestione in corsa della partita: sono un po' queste le accuse che gli vengono mosse, dando per scontato che una figura con più esperienza di lui ad alti livelli e un curriculum più blasonato arrivi con la bacchetta magica e trasformi per incanto una rosa mediocre in una grandissima squadra. A molti sfugge che la rosa del Milan è pressoché identica, o quasi, a quella che lo scorso anno chiuse al sesto posto. Dei nuovi arrivati, soltanto Higuain, che appartiene a una categoria differente, si è imposto, gli altri, da Laxalt a Castillejo passando per Caldara e Bakayoko, ad oggi non sono pervenuti. Frenato dai soliti problemi fisici l'ex atalantino, assolutamente inconsistenti gli altri, a conferma di come Gattuso non sia un folle a relegarli spesso e volentieri in panchina e a concedergli un minutaggio limitato.
GLI ERRORI DI LEONARDO - E qui arriviamo al nocciolo della questione. Questa è una rosa costruita male, dalle fondamenta, che Montella nella passata stagione faticò a plasmare e che Gattuso seppe in parte trasformare, aggiungendole grinta e organizzazione difensiva. Quest'anno non ci sono più nemmeno questi ingredienti, il Milan si fa sempre rimontare e da 16 partite consecutive incassa regolarmente gol. Se a un certo punto dello scorso campionato era legittimamente finito sul banco degli imputati l'ex direttore sportivo Mirabelli, per una campagna acquisti troppo "abbondante" e di qualità discutibile, ora tocca a Leonardo. E' vero, i margini di manovra erano più ridotti a causa del Fair Play Finanziario e del passivo ereditato dalla precedente gestione. Acquistare dalla Juve Caldara e Higuain per liberarsi di un "peso" come Bonucci resta un'operazione importante. Ma che dire degli altri arrivi? Giocatori normali aggiunti a un organico normale. E pagati nemmeno poco: 14 milioni più bonus Laxalt, 5 milioni per il prestito di Bakayoko (riscatto fissato a 35) e 25 per Castillejo. A errori del passato, con l'assenza sistematica di interpreti adatti a un sistema di gioco ben definibile (che sia 4-3-3, 4-2-3-1 o 3-5-2, la musica non cambia), se ne sono aggiunti altri. Soltanto quando il Milan tornerà a costruire il proprio organico con un criterio e a comprare giocatori oggettivamente forti, si potrà puntare a traguardi realmente ambiziosi. Altro che Gattuso...

Andrea Distaso

Tutte le ultime sulla tua squadra sulle nostre app, scegli la tua: Android iOS Windows Phone
Leggi anche...
28/09
2
Milan, mai così male dalla stagione 2012/2013
28/09
336
di Cristiano Ruiu
Milan, segnali chiari a Empoli: fiducia a tempo per Gattuso, l'obiettivo è Conte
28/09
4
Barella a San Siro tra Inter, Milan e la Premier
Commenti
Devi inserire un contenuto al tuo commento prima di inviarlo!
Grazie per averci inviato il tuo commento. È stato ricevuto e verrà valutato. Se sarà ritenuto pubblicabile sarà online a breve. Il sistema non accetta pubblicazioni ripetute dello stesso commento, ti chiediamo quindi di evitare di inviarlo nuovamente.

Hai mai pensato di aprire un blog su Vivoperlei? Scrivi il tuo articolo, potresti vincere un premio ogni settimana!

Chiudi e non mostrare più Apri un Blog su VXL
Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Calcioinfinito srl manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.