Un'altra prestazione insufficiente, un altro errore che ha macchiato in maniera evidente la sua partita e quella dell'Inter (in occasione del rigore su Immobile sbaglia addirittura due volte), avviando la rimonta della Lazio. Milan Skriniar continua ad arrancare da centrale di sinistra nella linea a 3 di Antonio Conte, ma rimane un giocatore molto chiacchierato in ottica mercato. Perché il valore assoluto dello slovacco è fuori discussione e i nerazzurri sono disposti ad ascoltare solamente offerte mostruose, non inferiori agli 80 milioni di euro.

QUANTO PIACE A PEP - E' questa la risposta che è stata recapitata al Manchester City quando è stata avanzata l'idea di uno scambio con Cancelo, sempre più deluso e deludente nella sua avventura agli ordini di Guardiola. Le ultime vicende del club inglese e il rischio di un'esclusione dalle prossime due edizioni di Champions League sono fattori da tenere in considerazione anche in chiave mercato, ma sul gradimento dell'allenatore catalano per Skriniar non ci sono dubbi. Come su quello di Manchester United e Barcellona, le altre società che nei mesi scorsi hanno manifestato il loro interesse per l'ex Sampdoria.

PER 80 MILIONI... - In vista della prossima stagione, l'Inter ha già messo gli occhi sul talento del Verona Marash Kumbulla, visionato anche in occasione dell'ultima partita contro l'Udinese. Un profilo decisamente più adatto nel sistema di gioco caro a Conte, che nella prossima estate rinnoverà a Marotta e Ausilio il suo invito ad avere calciatori ancora più funzionali per il suo progetto. Un progetto che passerà inevitabilmente anche da qualche sacrificio. Come quello di Skriniar, potenzialmente straordinario in una linea a 4, molto più fragile a 3. A 80 milioni non solo si può, ma si deve fare.