Se gliel'avessero detto ieri si sarebbe fatto una risata: "Luca, domani farai una doppetta". Probabilmente non c'avrebbe creduto nessuno. Invece Ceppitelli è l'uomo copertina della prima vittoria del Cagliari in campionato. Doppietta decisiva, la prima in Serie A per il difensore cresciuto nel Perugia. Il Parma ci ha creduto fino all'ultimo istante di una partita infinita. Minuti di recupero? 12. Sì, poi c'è stato il recupero del recupero. Qualche dubbio dell'arbitro Pasqua tra gol annullati e rigori non assegnati. Var consultato più e più volte, si è giocato fino al 101'.​

CHI SI RIVEDE - La sostanza non cambia, Ceppitelli man of the match. Una domenica alla Pavoletti, lì in mezzo all'area. Bomber d'area: prima porta in vantaggio la squadra di Maran con un piattone a centro area su assist di Nandez, poi infila di testa una punizione di Cigarini dalla trequarti. Partita speciale per il grande ex della partita, cresciuto nel Parma che nella stagione scorsa ha anche provato a riportarlo a casa. Ma il centrocampista ha sposato il progetto Cagliari in tutti e per tutto con tanto di rinnovo in estate per un'altra stagione, dimostrando fin da subito di poter sostituire l'infortunato Nainggolan. A proposito: Radja era in tribuna insieme a Bernardo Corradi e Marco Di Vaio (ospiti speciali). Il belga soffriva da lontano, nello sguardo si leggeva una voglia matta di scendere in campo ma dovrà rimanere fuori per circa un mese. Maran ha piazzato El Pata Castro come vertice alto del rombo con Rog e Nandez (che partite!) mezz'ale.

CHOLITO - Ma se la doppietta di Ceppitelli è stato un caso più unico che raro, il gol di Simeone può essere il primo di molti altri. Lui sì, vero sostituito di Pavoletti. In tutto e per tutto. Gara di sacrificio e copertura, mentalità trasmessa dal padre Diego.

BATMAN O ROBIN? Ma l'altro giocatore decisivo è stato il portiere Olsen. Che per una volta è stato più Batman che Robin: non è più quel giocatore indeciso che a Roma ha perso il posto da titolare prima di essere proposto di qua e di là. Lo svedese è stato decisivo sul 2-1 (aveva accorciato Barillà), salvando il risultato con una respinta su un destro al volo di Gervinho al limite dell'area piccola. Il sorriso più grande però è quello di Luca Ceppitelli, eroe per caso in una domenica pomeriggio.

IL TABELLINO

PARMA (4-3-3): SepeL'ere ; Darmian, Iacoponi (36' s.t. Sprocati), Alves, Gagliolo; Hernani, Brugman (28' s.t. Pezzella), Barillà; Kulusevski, Inglese (29' s.t. Cornelius), Gervinho.
CAGLIARI (4-3-1-2): Olsen; Cacciatore, Pisacane (24' s.t. Klavan), Ceppitelli, Pellegrini (19' s.t. Lykogiannis); Nandez, Cigarini, Rog (38' s.t. Ionita); Castro; Simeone, Joao Pedro.
Arbitro: Pasqua di Tivoli.
Marcatori: 23', 39' p.t. Ceppitelli (C), 13' s.t. Barillà (P), 32' s.t. Simeone (C).
Ammoniti: Ceppitelli, Joao Pedro, Nandez, Pellegrini, Castro (C).