Il presidente della Fiorentina Rocco Commisso ha rilasciato un'intervista a Sky Sport, che ne ha diffuso una prima anticipazione. Tema della conversazione il futuro di Federico Chiesa, che si appresta ad affrontare da avversario la Juventus nel prossimo turno di campionato dopo averla sognata per tutta l'estate.

“Comprando la Fiorentina non sono venuto per fare soldi. Le bandiere è giusto che restino, non abbiamo tanti gioielli e quelli che ci sono vorremmo trattenerli. Voglio guardare, imparare e poi vincere qualcosa. Non si vince però senza i giocatori forti. Ho detto che vorrei che mi piacerebbe se rimanesse un anno ma vorrei restasse anche nelle prossime stagioni”, ha dichiarato l'imprenditore italo-statunitense. Su Montella: “Nella mia vita ho avuto tanto successo con Mediacom e fin dal primo giorno dopo aver acquistato la società ho sempre voluto dare la possibilità ai dipendenti di poter dimostrare quanto valessero. Ho fatto lo stesso anche con Montella che deve lavorare con tranquillità”.

Su Ribery: “Non c'è niente di male a stare in mezzo alla gente, è la cosa giusta da fare, anche se quando sono arrivato mi è stato detto che qui non si fa molto spesso. I giocatori devono stare con i tifosi come faccio io”.