Niente conferenza stampa per Antonio Conte: l'allarme Coronavirus obbliga l'Inter a strette misure di sicurezza. Il tecnico salentino presenta la gara di domani, il ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League contro il Ludogorets, ai microfoni di Sky: "L'importante è la qualificazione, andare agli ottavi di Europa League. Ogni gara nasconde delle insidie, comincia 0-0 e dovremo fare una buona figura per vincere".

SU SANCHEZ ED ERIKSEN - "Sono partite utili per fare ulteriori test per capire come stanno i giocatori in ritardo da un punto di visto fisico e tattico. Sanchez ed Eriksen stanno entrando sempre di più in ciò che vogliamo, offensivamente e difensivamente. Serve per capire che tipo di condizione fisica hanno raggiunto".

SULLA SFIDA DI DOMANI - "Eravamo concentrati sulla partita contro la Sampdoria, il rinvio ha cambiato la situazione. Al tempo stesso ci siamo allenati, siamo preparati per un ciclo di partite. Alla fine vedremo cosa l'Inter potrà dire".

SULLE PORTE CHIUSE - "Giocare a porte chiuse non è bello, lo spettacolo è importante e il calcio ha bisogno del pubblico e dell'atmosfera. Detto ciò, ci rimettiamo a decisioni prese per ordine sanitario, spero torni tutto quanto prima alla normalità".

SU HANDANOVIC - "La Juve? E' una domanda alla quale oggi non so rispondere".