Andrea Conti si è ripreso il Milan. Non vedeva l'ora dopo aver dimostrato forza, coraggio, entusiasmo in ogni fase del suo completo recupero dopo la sfortunatissima Odissea di infortuni: ora è tutto alle spalle, Conti è il presente e il futuro del Diavolo che conta fermamente sull'ex terzino dell'Atalanta anche in prospettiva. Comunicazione arrivata forte e chiara dai piani alti, Leonardo e Maldini sono convinti che per un Milan competitivo sia fondamentale avere due pedine di livello in ogni ruolo, così nasce la decisione di puntare totalmente su Conti come laterale destro del prossimo anno a giocarsi il posto con Davide Calabria, fin qui autore di un'ottima stagione.
NO ALLE OFFERTE - Un caso diverso rispetto a quello di Patrick Cutrone. Perché entrambi i ragazzi sono legatissimi al Milan, ma per l'attaccante classe '98 sono in arrivo diverse proposte importanti e il club rossonero - pur volendo tenere Cutrone - ne parlerà col ragazzo e il suo entourage, a fronte di un processo di crescita che ora dovrà decollare definitivamente con un campionato da protagonista, difficile farlo in rossonero con Piatek davanti. Il Milan ci punterebbe volentieri, sarà Cutrone a decidere e bisognerà capire anche la formula. Per Conti invece c'è totale sinergia nel programmare la prossima stagione insieme, da Casa Milan filtra la volontà di non sedersi al tavolo per alcuna proposta perché Conti può davvero essere una pedina basilare della stagione che verrà. Con gli infortuni alle spalle e un futuro in rossonero, quello che si è meritato.