In bilico, sull’orlo del burrone, ma ancora vivi. Grazie ad un rigore trasformato da Messi e ad un altro parato da Armani, l’Argentina pareggia 1-1 con il Paraguay ed evita una (clamorosa) eliminazione precoce, dopo la sconfitta nella gara inaugurale con la Colombia, che invece vince per 1-0 sul Qatar.

CHE RISCHIO! - Scaloni, rispetto alla prima disastrosa partita, cambia diversi elementi nell’11 iniziale: fuori Aguero, dentro l’interista Lautaro (inutilizzato con la Colombia) in coppia con Messi e, sulla sinistra, l’altro “italiano” De Paul in luogo di Di Maria. L'Argentina fa la partita, somma minuti di possesso palla, ma non riesce mai a rendersi pericolosa. La manovra, lenta e prevedibile, non fa male al Paraguay che anzi al 37', sugli sviluppi di una splendida azione sulla sinistra di Almiron, passa in vantaggio con l'esterno vincente di Sanchez. L'Albiceleste barcolla, con Santander che sfiora anche il raddoppio in chiusura di tempo. Nella ripresa Scaloni inserisce subito Aguero per Pereyra e, sugli sviluppi di un'azione di Lautaro, l'arbitro, dopo consulto al Var, assegna un rigore alla Seleccion, trasformato con freddezza da Messi. Al minuto 57 è 1-1, l'Albiceleste preme ma un inutile fallo di Otamendi regala un rigore al Paraguay, che però Derlis Gonzalez si fa parare da Armani. Scampato il pericolo, l'Argentina si riversa in attacco, ma non riesce a creare reali pericoli. Finisce 1-1: un risultato, comunque negativo, che tiene ancora in vita Messi e compagni, che ora dovranno vincere l’ultima partita del girone con il Qatar, e contestualmente sperare che il Paraguay non vinca con la Colombia.  ASSE JAMES-DUVAN - Successo di misura invece per la Colombia, che supera per 1-0 il Qatar grazie ad una rete all'86' di Duvan Zapata, splendidamente imbeccato da James Rodriguez. All'Estadio do Morumbi la selezione di Queiroz, che schiera titolare Zapata dopo il gol nella gara d'esordio, fatica a far cadere il muro eretto dal modesto Qatar. A pochi minuti dal fischio finale la svolta: James con un'invenzione trova Duvan, che realizza e regala la vittoria ai suoi. Con questi tre punti i Cafeteros sono aritmeticamente qualificati al turno successivo.