Non ha segnato ma ha illuminato. Assist, magie, colpi di genio: Dani Olmo si è preso il palcoscenico della Champions League per ribadire tutto il suo talento purtroppo a spese dell'Atalanta di Gasperini, travolta da una Dinamo Zagabria impressionante per ritmo e ferocia. Con lo spagnolo a dominare in lungo e in largo, protagonista centrale di ogni azione offensiva, incantevole per leggerezza e numeri: non è una sola partita, è il percorso di questo ragazzo a stupire con il Milan sempre in prima fila tra le società italiane che lo seguono da tempo.


LA SITUAZIONE - D'altronde, il papà di Olmo a Calciomercato.com aveva confermato di un incontro con la dirigenza rossonera in tempi non sospetti; oggi il ragazzo vede una crescita continua, ha compiuto 21 anni e da parte del giocatore stesso ci sarebbe massima apertura alla destinazione Milan. Un club di cui riconosce la storia, il prestigio e l'attuale progetto; insomma, il problema non sarebbe il giocatore ma le tempistiche di un'operazione che adesso andrà a complicarsi. Un top club spagnolo e uno tedesco negli ultimi 20 giorni hanno mosso passi concreti con la Dinamo Zagabria, la caccia a Dani Olmo si è aperta e la base d'asta a questi livelli di rendimento sfonderà il muro dei 30 milioni: il presidente Mamic prende tempo per aumentare ancora il prezzo, partita dopo partita. E l'asta internazionale è il peggior segnale per il Milan che se vorrà davvero Dani Olmo dovrà fare in fretta, un'operazione lampo oppure il rischio di veder sfumare una bella idea. Sempre più all'altezza, anche della Champions. 

Ascolta "Dani Olmo show in Champions, ha già aperto al Milan" su Spreaker.