Il Bologna, con soli undici giocatori della prima squadra a disposizione, parte meglio dell'Udinese. Gli emiliani mettono subito in mostra una buona conduzione del gioco. Mihajlovic chiede a Skov Olsen e Orsolini di scambiarsi continuamente la posizione in campo per non dare punti di riferimento a De Paul e compagni. I rossoblu si fanno apprezzare per il palleggio ma non riescono mai a creare occasioni pericolose dalle parti di Musso, salvo una conclusione piuttosto centrale di Orsolini. L'Udinese cresce con il passare dei minuti e inizia a giocare sulle debolezze del Bologna: Gotti chiede a De Paul di attaccare la zona di Mbaye e questa si rivela una scelta strategica azzeccata. L'argentino sale in cattedra e prima scalda i guantoni di Da Costa con un destro dai 25 metri e poi sempre con lo stesso piede disegna un arcobaleno che Okaka tramuta in rete quando le lancette  del cronometro dicono minuto 33. Stacco imperioso dell'ex Watford che trova la quinta rete stagionale ( 4 di testa) e bissa il gol dell'andata proprio al Bologna. Nella circostanza è Danilo a leggere in maniera errata la situazione tenendo in gioco il possente attaccante dei bianconeri. L'Udinese chiude la prima frazione in vantaggio grazie a una maggiore incisività negli ultimi 30 metri.

Nella seconda parte di gara il Bologna ha la faccia grintosa del suo tecnico Mihajlovic. I rossoblu alzano la pressione su una Udinese che ha speculato troppo sul risultato. Orsolini torna a indossare il mantello di Super Man e sfiora il gol del sanato al 13' con un destro al volo da posizione impossibile. Prodezze queste che fanno parte del repertorio di un talento cristallino, basti riguardare il gol che aveva messo a segno nel recupero contro la Fiorentina. Al 18' è Palacio a fare le prove generali con il gol: triangolo tutto argentino con Dominguez e sinistro al volo che termina di pochissimo a lato con Musso rimasto a guardare. Mihajlovic ha sempre il solito coraggio lanciando un altro giovanissimo in serie A: è il classe 2002  Andri Fannar Baldursson. L'islandese era arrivato al Bologna negli ultimissimi giorni del mercato invernale in  prestito oneroso con diritto di riscatto dal Breidrablik, contratto di due anni e mezzo al giocatore. Giocate sempre intelligenti, un colpo di tacco smarcante: è proprio Baldursson a guidare l'assalto finale. Che porta al gol, meritato, di Palacio in mischia al 46'. Un premio al cuore enorme di un Bologna mai domo. Male l'Udinese che manca ancora una volta l'appuntamento con la vittoria nel 2020 e raccoglie il terzo pareggio consecutivo.In tribuna l'emissario mandato dal Milan ha sicuramente promosso la prestazione di un Rodrigo De Paul che merita di spiccare il volo in un club con ambizioni più importanti dell'Udinese. Il Bologna può sorridere, nonostante la sfortuna, e può sognare un posto nella prossima Europa League. Discorso diverso per l'Udinese che deve cambiare marcia e mentalità se vuole staccare le sabbie mobili della classifica. 


IL TABELLINO

Bologna-Udinese  (primo tempo 0-1)

Marcatori:
33' pt Okaka (Udi), 46' st Palacio (Bo))

Assist: 33' pt De Paul (Udi), 

Bologna: Da Costa, Tomiyasu, Bani, Danilo, Mbaye, Poli (dal 36' st Juwara), Dominguez, Skov Olsen (dal 14' st Baldursson), Orsolini, Palacio, Barrow

Udinese: Musso, Stryger Larsen, Becao, Troost Ekong, Nuytinck, Sema (dal 37' pt Zeegelar), De Paul, Mandragora, Fofana (dal 18' st Walace), Okaka, Lasagna (dal 36' st Jajalo).

Ammoniti: 6' st De Paul (Udi), 6' pt Mbaye (Bol), 39' st Okaka (Udi)