Vorremmo mostrarti le notifiche per le ultime notizie e gli aggiornamenti.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie.

Scorrendo la pagina o cliccando il pulsante "ho capito" acconsenti all'uso dei cookie e accetti la privacy policy.

EuroBonucci per 90 minuti, ma perché non riesce più a marcare in area?
Per 90 minuti si è capito perché la scelta della Juve, per quel che riguarda il mercato dei difensori centrali, sia ricaduta nuovamente su Leonardo Bonucci. Per 90 minuti tornato ai livelli che lo hanno portato ad essere un difensore centrale di caratura mondiale, invidiato anche dai vari José Mourinho (a proposito, mai fidarsi di lui...) o Pep Guardiola: preciso negli interventi, puntuale negli anticipi, unico in fase di impostazione. Perché poi la scelta sia ricaduta proprio su di lui e non su un altro top player internazionale, al netto delle titubanze palesate da Diego Godin, è stato chiaro soprattutto in occasione del gol del momentaneo vantaggio di ieri: Cristiano Ronaldo è un fuoriclasse, ma il lancio di Bonucci è stato perfetto e provvidenziale in una partita priva per vari motivi della lucida regia di Miralem Pjanic. Una giocata che lui e solo lui poteva effettuare. Per 90 minuti, quindi, si è capito perché sia stato Bonucci il prescelto per completare la difesa in vista dell'assalto alla Champions.

NON MARCA PIU' – 90 minuti, sì. Ma senza il recupero. È bastata un'altra palla a spiovere da uno dei due lati del campo per mandarlo in tilt. È bastato un altro cross per far riemergere tutte quelle insicurezze già mostrate a più riprese in campionato. Quasi si disinteressa della palla, si aggrappa a Paul Pogba senza riuscire a trattenerlo, confeziona con Alex Sandro e l'ex compagno francese un gollonzo (o autogollonzo) che non può per nessun motivo essere catalogato come un episodio sfortunato. Certamente non è stato fortunato Bonucci, ma questo è un altro errore, il più pesante di tutti. Poi va bene che tra tante sconfitte proprio questa può passare senza troppo colpo ferire, a patto che sia questa l'ultima lezione da imparare. Ci sono i gol sbagliati, gli errori degli arbitri e tutto il resto. C'è una regia difensiva che lo sta vedendo salire in cattedra. Ma il compito principale di Bonucci rimane quello di non far subire gol alla Juve. Invece quasi tutti i gol subiti lo vedono coinvolto. E non può più capitare. Perché un lancio millimetrico ti fa segnare, ti fa sognare. Smettere di marcare in area, però, ti fa perdere. Ieri una partita, da marzo in poi magari una competizione.
@NicolaBalice
Nicola Balice, inviato a Torino

Tutte le ultime sulla tua squadra sulle nostre app, scegli la tua: Android iOS Windows Phone
Leggi anche...
08/11
24
Capello: 'Il gesto di Mourinho? Avete visto che Bonucci...'
07/11
256
di Nicola Balice
Juve-United, le pagelle di CM: fa tutto Bonucci, assist magico e errore decisivo
07/11
6
Pogba: 'Ho una cosa da dire ai tifosi della Juve...'
Commenti
Devi inserire un contenuto al tuo commento prima di inviarlo!
Grazie per averci inviato il tuo commento. È stato ricevuto e verrà valutato. Se sarà ritenuto pubblicabile sarà online a breve. Il sistema non accetta pubblicazioni ripetute dello stesso commento, ti chiediamo quindi di evitare di inviarlo nuovamente.

Hai mai pensato di aprire un blog su Vivoperlei? Scrivi il tuo articolo, potresti vincere un premio ogni settimana!

Chiudi e non mostrare più Apri un Blog su VXL
Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Calcioinfinito srl manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.