Si sono disputate tutte giovedì sera le partite di ritorno degli ottavi di finale di Europa League. Alle 18.55 hanno staccato il pass per i quarti Chelsea, Valencia e Napoli. Alle 21.00, invece, Arsenal, Benfica, Eintracht Francoforte, Slavia Praga e Villarreal. Il Napoli di Ancelotti resta l’unica squadra italiana in corsa per l’Europa League dopo l’eliminazione dell’Inter. 

SORTEGGIO - Dopo le gare di ritorno degli ottavi di finale, ci sarà il sorteggio dei quarti di finale. Appuntamento venerdì 15 marzo alle ore 13.00 a Nyon, subito dopo i sorteggi per i quarti di finale di Champions League. Questo sarà un momento molto importante per la competizione perché, a differenza di quanto accaduto negli ultimi anni, è stato abolito il sorteggio singolo per le semifinali. Nella mattinata di venerdì 15 marzo, dunque, sarà sorteggiato l'intero tabellone che porterà fino alla finalissima di Baku (in programma mercoledì 29 maggio). Le otto squadre qualificate, quindi, non conosceranno soltanto le sfidanti ai quarti di finale (in programma tra giovedì 11 aprile e giovedì 18 maggio) ma anche le possibili avversarie per le semifinali (in programma tra giovedì 2 maggio e giovedì 9 maggio)

LE PARTITE - Non solo Champions League: dopo le partite della massima competizione europea andate in scena tra martedì e mercoledì, tra cui la leggendaria impresa della Juve contro l'Atletico, è tornata in campo oggi anche l'Europa League, con il programma del ritorno degli ottavi di finale dopo l'andata disputata sette giorni fa. Si è partiti alle 18.55, con tre match: oltre al Napoli, sconfitto a Salisburgo dopo il 3-0 ottenuto al San Paolo ma comunque ai quarti, in campo anche il Chelsea di Maurizio Sarri e Gonzalo Higuain, che vince 5-0 in Ucraina sul campo della Dinamo Kiev e difende alla grande il 3-0 di Stamford Bridge, con la tripletta di Giroud (9 gol in 9 partite, è capocannoniere del torneo) e la doppietta di Hudson-Odoi. Alla stessa ora il Valencia si salva all'ultimo sull'ostico campo dei russi del Krasnodar dopo il pericoloso 2-1 del Mestalla: termina 1-1 con i gol del classe '99 Suleymanov e il pareggio al 93' di Guedes. Alle 21 le restanti cinque partite: oltre all'Inter, impegnata a San Siro contro l'Eintracht Francoforte, l'Arsenal all'Emirates ribalta il 3-1 patito all'andata contro il Rennes: finisce 3-0 per i Gunners. Il Villarreal, forte del 3-1 ottenuto in Russia contro lo Zenit, vince 2-1 in casa. Il Siviglia va sul campo dello Slavia Praga dopo il 2-2 del Sanchez Pizjuan: dopo i tempi supplementari, a qualificarsi è lo Slavia Praga, che vince 4-3. Il Benfica, sconfitto 1-0 nel match d'andata, ribalta il risultato: finisce 3-0 contro la Dinamo Zagabria