Alessandro Florenzi non vuole perdere l'Europeo. Per nessun motivo al mondo, una sua priorità assoluta in una stagione dove la concorrenza da altri terzini non manca, vedi Di Lorenzo o D'Ambrosio. Il laterale della Roma non sta trovando spazio: tante panchine, un'annata non convincente per continuità fin qui e la confessione dello stesso ct Roberto Mancini che vuole vederlo giocare per poi portarlo nei 23 azzurri. Ecco perché Florenzi ha aperto anche all'idea di andare via dalla Roma per 6 mesi, una decisione che personalmente avrebbe evitato perché molto legato ai colori giallorossi.


LA POSIZIONE DELL'INTER - Tra le tante proposte (Sampdoria e Fiorentina quelle reali) e tentazioni rifiutate (Cina, dove sarebbe fuori dai radar di Mancini), l'Inter è spuntata da settimane come un'idea sondata per Florenzi con tanto di gradimento del giocatore, visto che Antonio Conte lo ha sempre stimato, al punto da volerlo con sé già quando allenava la Juventus. Si è parlato anche di un'idea di scambio con Matias Vecino, ma per adesso nulla si è attivato in questa direzione anche perché l'uruguaiano nel centrocampo nerazzurro adesso è una pedina fondamentale vista l'emergenza. Insomma, non si procede su questa base di scambio che rimarrà solo un'idea di lavoro pure per volontà della Roma che a centrocampo avrà presto l'atteso recupero di Cristante. La posizione dell'Inter per Florenzi al momento è che c'è totale soddisfazione per il rendimento di Candreva e Lazaro, ma Alessandro è molto gradito ai nerazzurri e verrà valutato solo nel caso in cui si decidesse di prendere un esterno. La situazione rimane ferma almeno fino a inizio gennaio. Florenzi aspetta, ma non troppo...

  Ascolta "Florenzi, la proposta all'Inter e l'idea di scambio: la posizione della dirigenza" su Spreaker.