Dopo le tante critiche piovutegli addosso ad inizio stagione, ora Ionut Radu si gode un ottimo momento di forma personale. Anche ieri sera, contro la Spal, il portiere romeno del Genoa è stato uno dei principali protagonisti della sfida: “Protagonisti siamo stati tutti perché abbiamo tenuto la partita anche in dieci e alla fine è andata bene - ha raccontato a Radio Nostalgia - Le mie due parate? Devo riguardarle, penso fossero belle parate. Sono contento di aver dato una mano alla squadra, aiutandola anche con l’uomo in meno. L’errore dell’arbitro? Anche lui è umano, devo rivederlo ma si può sbagliare. Non siamo stati fortunati”.

Sui propri progressi Radu ha poi aggiunto: “Sicuramente giocando si migliora e si trova continuità, soprattutto per un giovane che ha voglia di farlo. Penso sempre a migliorarmi, anche se poi è la testa a fare la differenza. A Scarpi e Raggio Garibaldi devo tutto se da quest’estate sono migliorato tantissimo”.