Un'idea di mercato, un'ipotesi di lavoro e ad oggi non una trattativa concreta. Gonzalo Higuain per Alvaro Morata, Milan e Chelsea hanno preso nota delle proposte di alcuni intermediari al momento senza procedere oltre. La crisi nera di entrambi i centravanti aiuta a poter valutare qualsiasi tipo di soluzione, eppure i problemi oggettivi di questo potenziale affare - dalla valutazione di Higuain sul riscatto con la Juventus fino al prezzo reale di Morata - sono diversi. E negli ultimi giorni se ne è andato ad aggiungere un altro. ROMAN TENTENNA - Ai piani alti del Chelsea c'è chi non è convinto di un investimento simile sul Pipita. Per una ragione molto semplice: non c'è soltanto un cartellino da pagare a cifre importanti, ma il presidente Roman Abramovich è personalmente poco entusiasta di un contratto da poco meno di 10 milioni a stagione da raccogliere per Higuain, ormai a 31 anni compiuti e in fase discendente della propria carriera. L'aspetto ingaggio è uno degli ostacoli più concreti di questo affare, nonostante Maurizio Sarri spinga per riabbracciare il Pipa da parte del Chelsea non c'è lo stesso entusiasmo quando si affrontano i dettagli economici di questa operazione, anzi ipotesi di lavoro. Il Milan aspetta la prossima mossa, per adesso non fa saltare il banco ma sa che questa trattativa non sta decollando. Ma finché Higuain e Morata rimangono in crisi profonda...