Vorremmo mostrarti le notifiche per le ultime notizie e gli aggiornamenti.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie.

Scorrendo la pagina o cliccando il pulsante "ho capito" acconsenti all'uso dei cookie e accetti la privacy policy.

I due giorni più umilianti: Juve e Roma imbarazzanti come l'Inter, che figure!

Sono state due giornate umilianti per le nostre squadre di Champions. In quattro partite, abbiamo raccolto la miseria di un punto. Inutile, peraltro. E le avversarie - Liverpool a parte - erano mediamente abbordabili (a essere buoni) oppure scarse (a essere cattivi, o forse solo obiettivi).

Clamorose le sconfitte di Roma e Juve in Repubblica Ceca e Svizzera: se il ko dei giallorossi aggrava la crisi, la caduta dei bianconeri è disarmante pensando alla quantità e qualità di campioni in mano ad Allegri.
 

Per fortuna, queste due sconfitte non hanno cambiato il destino delle nostre squadre: la Roma si è comunque qualificata e la Juve - grazie al Valencia - ha conservato il primo posto. Ma ha rischiato grosso, anzi grossissimo: se lo United avesse vinto in Spagna, nel sorteggio di lunedì i bianconeri avrebbero corso il rischio di trovare un avversario fortissimo.

 

Roma e Juve sono state degne partner dell’Inter, che si è autoeliminata non riuscendo nemmeno a battere in casa il Psv, il quale non aveva più niente da chiedere alla Champions. Alla fine l’unica nostra squadra uscita a testa alta da questa settimana nera è il Napoli. La sua eliminazione è diventata paradossale: ha perso una sola partita nel girone (la Juve due, la Roma addirittura tre) e ha conquistato nove punti (la stessa Roma e il Liverpool a quella quota si sono qualificati, il Lione è addirittura andato avanti con otto).

 

A inizio ottobre abbiamo celebrato un turno di Champions con quattro vittorie su quattro e ci siamo entusiasmati: Europa attenta, stiamo tornando. Forse abbiamo parlato troppo presto.

 


Stefano Agresti
Tutte le ultime sulla tua squadra sulle nostre app, scegli la tua: Android iOS Windows Phone
Le più commentate
22/01
159
di Emanuele Tramacere
Piatek al Milan, tutte le cifre a bilancio: l'affare è sostenibile, almeno per ora
22/01
59
di Pasquale Guarro, inviato
Tonali: 'Mi ispiro a Modric, tifo Milan. Allenato da Gattuso? Sarebbe bello'
22/01
57
di Daniele Longo
MILAN, E' FATTA PER PIATEK A TITOLO DEFINITIVO: I DETTAGLI
Commenti
Devi inserire un contenuto al tuo commento prima di inviarlo!
Grazie per averci inviato il tuo commento. È stato ricevuto e verrà valutato. Se sarà ritenuto pubblicabile sarà online a breve. Il sistema non accetta pubblicazioni ripetute dello stesso commento, ti chiediamo quindi di evitare di inviarlo nuovamente.

Hai mai pensato di aprire un blog su Vivoperlei? Scrivi il tuo articolo, potresti vincere un premio ogni settimana!

Chiudi e non mostrare più Apri un Blog su VXL
Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Calcioinfinito srl manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.