Vorremmo mostrarti le notifiche per le ultime notizie e gli aggiornamenti.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie.

Scorrendo la pagina o cliccando il pulsante "ho capito" acconsenti all'uso dei cookie e accetti la privacy policy.

Il coraggio di Allegri nel dire la verità sul razzismo: tante parole, nessun fatto
Con la schiettezza e la chiarezza che lo contraddistinguono, Massimiliano Allegri dice la sua sul tema del razzismo negli stadi. Si stupisce, l'allenatore della Juventus, quando in conferenza gli chiedono cosa pensi delle novità degli ultimi giorni: "Le novità quali sono? Hanno detto le solite cose per riempirsi la bocca". 

Come dargli torto? Dal 26 dicembre, teatro della vergogna degli ululati contro Koulibaly (per non parlare dei tragici fatti avvenuti fuori dal Meazza), abbiamo assistito a ogni sorta di capriola oratoria, da parte degli uomini delle istituzioni sportive e politiche. Abbiamo riascoltato lo spartito che ben conosciamo, le stesse parole sentite dopo i buu razzisti all'indirizzo di Boateng o, per quanto riguarda i fatti di cronaca nera, dopo le morti di Spagnolo, Raciti o Sandri.

Allegri prosegue: "Ci sono strumenti per beccare chi è colpevole: se non sbaglio chi ha tirato la banana a Sterling (ndr, probabilmente, confondensosi, Allegri si riferiva ad Aubameyang), non entra più negli stadi. Il problema è che in Italia nessuno vuole prendere queste decisioni. Poi, mettiamo che c'è un rigore e iniziano i buu razzisti, che facciamo? In Italia invece di stare zitti e prendere decisioni, tutti si riempiono la bocca. Poi, facciano cosa gli pare".

Anche qui, Allegri ha perfettamente ragione. In Italia, per dirla con le sue parole, siamo campioni del mondo nel non prendere decisioni e nel riempirci la bocca di tante, inutili, parole. Là dove il silenzio e i fatti sarebbero invece l'unica strada da seguire. In un mondo (quello del calcio italiano) e in un Paese che spesso fanno dell'ipocrisia una bandiera, complimenti al coraggio di Allegri, che senza troppi giri di parole ci mette di fronte alla realtà.
Gianluca Minchiotti

Tutte le ultime sulla tua squadra sulle nostre app, scegli la tua: Android iOS Windows Phone
Leggi anche...
10/01
104
di Stefano Agresti
ESCLUSIVO!
Genoa-Milan lunedì alle 15? Salvini, schiaffo ai tifosi veri: lo Stato si arrende
10/01
2
Bentancur: 'Allegri me lo dice sempre, devo ancora migliorare! Supercoppa? Primo vero obiettivo stagionale'
10/01
75
Cori razzisti, Salvini: 'Il Napoli fa male a fermarsi, così vincono i deficienti'
Commenti
Devi inserire un contenuto al tuo commento prima di inviarlo!
Grazie per averci inviato il tuo commento. È stato ricevuto e verrà valutato. Se sarà ritenuto pubblicabile sarà online a breve. Il sistema non accetta pubblicazioni ripetute dello stesso commento, ti chiediamo quindi di evitare di inviarlo nuovamente.

Hai mai pensato di aprire un blog su Vivoperlei? Scrivi il tuo articolo, potresti vincere un premio ogni settimana!

Chiudi e non mostrare più Apri un Blog su VXL
Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Calcioinfinito srl manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.