"Cumbre por Pjanic", tutto vero. Incontro e faccia a faccia di quelli importanti, perché all'inizio del mercato mancano ancora due mesi ma il Real Madrid si sta portando avanti e ha incontrato l'agente di Miralem Pjanic, Fali Ramadani. Un blitz a Madrid organizzato da giorni da parte del potente procuratore anche di Luka Jovic, centravanti prodigio dell'Eintracht su cui si è fiondato il Barcellona in anticipo. Ma l'argomento dell'incontro pizzicato dai colleghi spagnoli a pochi passi dal Bernabéu, negli uffici del Real Madrid, è stato proprio il centrocampista che nella prossima estate potrà davvero lasciare la Juventus di fronte a una grossa offerta. COME E' ANDATA - Appuntamento dopo l'ora di pranzo, Ramadani ha visto a Madrid quello che è considerato il braccio destro di Florentino Perez, José Angel Sanchez che rappresenta il Real Madrid e ha ribadito un forte interesse per Pjanic. Il bosniaco è molto apprezzato dalla dirigenza merengue, tanto che già un anno fa c'è stato un approccio di trattativa bloccato sul nascere dalla Juventus che chiedeva 100 milioni di euro. Adesso il Real torna alla carica e la Juve mantiene la stessa idea: serve una proposta importantissima per vacillare su Pjanic, ma non è incedibile pur avendo rinnovato da poco il suo contratto. Sopra gli 80 milioni si può ragionare, Miralem compirà 29 anni settimana prossima e la tentazione di cambiare campionato ce l'ha in testa da tempo. Il Real Madrid ha ribadito all'agente di Pjanic di essere molto interessato, una presa di posizione per anticipare la concorrenza che esiste dalla Premier League, non si è scesi nel dettaglio per un'eventuale offerta alla Juve. Ma il primo passo è stato fatto, tutti avvisati, il Real si è iscritto alla corsa per Pjanic e presto avrà nuovi contatti diretti. Con un epilogo che questa volta potrà essere diverso a quello dell'estate scorsa.