Stop e ripartenze, la trattativa tra Inter e Roma per Edin Dzeko vive continui cambi di fronte, ma adesso i due club potrebbero realmente essere giunti a un punto di svolta. Dopo la prima offerta formulata da Piero Ausilio (ritenuta troppo bassa dai giallorossi), la società di viale della Liberazione si era rifugiata in un lungo silenzio, figlio anche della risposta di Petrachi, che per l’attaccante bosniaco, in scadenza al prossimo giugno, ha chiesto 20 milioni di euro. Tra le due parti tanta distanza, e qualche incomprensione che ha ulteriormente dilatato i tempi, ma il buon senso sembra aver finalmente riconciliato tutti.

ANCORA VIVA L'IDEA KOLAROV - I nerazzurri alzeranno l’offerta iniziale di 8 milioni più bonus fino ad arrivare a circa 13 milioni, ma l’altra notizia è che i due club vorrebbero studiare una formula che possa prevedere anche lo spostamento di altri calciatori. La Roma studia con attenzione il vivaio nerazzurro, mentre l’Inter, che invece vuole vendere Dalbert, pensa ancora ad Aleksandar Kolarov, che attualmente rappresenterebbe un esubero ma che in caso di qualche partenza sulle corsie laterali potrebbe tornare utile. IL NERVOSISMO DI CONTE - La trattativa Dzeko ha ripreso a camminare, tuttavia per l’affondo decisivo sarà necessario attendere ancora qualche giorno. Nuovi appuntamenti sono attesi per la prossima settimana, quando finalmente Inter e Roma riprenderanno a parlarsi anche di persona, dopo il grande gelo che c’era stato in Lega calcio qualche settimana fa. Il pressing di Antonio Conte sta portando i suoi frutti, sul serbatoio della pazienza lampeggia una luce gialla che ha messo in allarme l’intera dirigenza nerazzurra. La rotta è chiara, a tutta su Dzeko, mentre per Lukaku i tempi potrebbero essere più lunghi.


GIOCA A FANTACALCIOMERCATO, il gioco più appassionante e divertente del web. 
Si può giocare solo su CALCIOMERCATO.COM e la partecipazione è GRATUITA. 
Basta essere registrati a Calciomercato.com e cliccare su fanta.calciomercato.com