Alessandro Bastoni ha convinto fino in fondo. Perché la sorpresa di questo inizio di stagione in difesa per l'Inter è sicuramente il centrale classe '99: qualche sbavatura è consentita, il rendimento però è soddisfacente per la dirigenza che ha sempre creduto in lui andando ad acquistarlo dall'Atalanta in tempi non sospetti. Lo stesso pensiero è condiviso da Antonio Conte che gli sta dando molto spazio, lo riproporrà anche nelle prossime partite e ha indicato il nome di Bastoni tra i giocatori su cui puntare per il futuro. Nessuna possibilità di prestiti o soluzioni simili, Alessandro anzi è considerato importante nel progetto anche dal giugno 2020 in poi.


AVANTI INSIEME - Il ds Piero Ausilio è stato bravo a bloccarlo dall'Atalanta anticipando la concorrenza ormai più di due anni fa, tutta l'Inter lo ha voluto confermare durante il ritiro con Conte che ha scelto di credere in lui. Si sta meritando un nuovo contratto che non ci sarà fretta di completare, ma è già in agenda per il futuro prossimo, oltre a una considerazione da talento all'interno del club che lo considera nel pacchetto dei centrali anche nella stagione che verrà. L'idea Vertonghen esiste ma non esclude Bastoni, anzi. Tanto è vero che Sampdoria e Parma - in prima fila per un prestito da mesi - hanno già dovuto fare non uno, ma due passi indietro. Conte e l'Inter si tengono Bastoni, senza alcun dubbio. 

Ascolta "Inter, il diktat di Conte per Bastoni" su Spreaker.