Handanovic 6,5: Si distende a deviare una punizione insidiosa di Stanciu. Vola anche su Zeleny ma la ribattuta è corta è finisce proprio sui piedi dell’accorrente Olayinka che ribadisce in rete.

D’Ambrosio 6: In sortita offensiva prova a sbloccare il match su palla inattiva ma Kolar è attento sul suo colpo di testa.

de Vrij 6: Da calcio piazzato Sensi disegna per lui un cross parecchio invitante che però non riesce a deviare in rete di testa.

Skriniar 6: Il gol dello Slavia nasce da un suo grave errore tecnico e di valutazione, quando avanza palla al piede e perde il controllo della sfera poco dopo la linea di centrocampo. Poi compie due enormi salvataggi, prima su Zeleny poi su Boril.

Candreva 6: Nel nome dell’equilibrio. Con lui in campo l’Inter non offre un grande spettacolo ma neanche va in sofferenza. Esce per una contusione e la sua assenza si fa sentire.

(Dal 4’ s.t. Lazaro 5,5: La gamba va ma si lascia alle spalle buchi pericolosi. Conte dovrà ancora lavorarci).

Gagliardini 4,5: Spreca un gran recupero innescando male il contropiede. e Conte si arrabbia non poco. Pecca in personalità quando c'è da rischiare la giocata, forse fidandosi poco dei suoi piedi. 

Brozovic 4,5: Appannato già contro l’Udinese, prosegue nel suo momento no. Non riesce mai a trovare i tempi né a farsi trovare come primo appoggio in uscita. (Dal 26’ del s.t. Barella 7: Entra immediatamente con grande grinta, come a voler reagire all’ultima, brutta prestazione. Dà vivacità al centrocampo dell’Inter e trova il pareggio con un destro sporco dall’interno dell’area di rigore).

Sensi 7: Con due punizioni mette prima de Vrij e poi D’Ambrosio davanti al portiere ma entrambi sprecano malamente. Sua anche la traversa su punizione da cui nasce il gol di Barella.

Asamoah 5: Nessuna iniziativa degna di nota e un'entrataccia esaminata dal VAR. Non avanza mai con pericolosità, nonostante Coufal non sembri un fulmine di guerra. 

Lautaro 5: Al quarto d’ora scappa nell’uno contro uno a Kudela ma il diagonale mancino finisce di poco a lato.  Rimane l’unica nota lieta di una partita anonima.

(Dal 26’ del s.t. Politano 6: All'ingresso è immediatamente frizzante e le sue accelerate aprono la difesa dello Slavia. Pecca di egoismo quando potrebbe allargare il gioco su Lazaro e sceglie la giocata personale che non si traduce in gol).

Lukaku 5: Un panterone anestetizzato. Vince pochi duelli fisici e spesso lo sovrastano anche nel gioco aereo. 

Conte 5,5: Nel gioco c'è qualcosa che non va. Alterna Vecino e Gagliardini per non rinunciare alla fisicità in mezzo al campo ma sarà necessario trovare il modo di far coesistere Barella e Sensi, gli unici che possono accendere la luce lì in mezzo.


Slavia Praga
Kolar: 6,5
Coufal: 5,5
Kudela: 6,5
Hovorka: 7
Boril: 6,5
Soucek: 6
Husbauer: 6,5
Masopust: 6
(Dal 34’ s.t. Yusuf Helal: s.v.)
Traore: 6
(Dal 15’ s.t. Zeleny: 7)
Stanciu: 7
Olayinka: 7
(Dal 40’ s.t. Provod: s.v.)
All. ​Trpisovsky 7,5