Gentile Procuratore,

ero al Camp Nou ieri sera per assistere alla ingloriosa partita dell'Inter contro un Barcellona che, nonostante l'assenza di Messi, ha dominato i nerazzurri dal primo all'ultimo minuto. Io sono un ragazzo italiano che vive a Barcellona da alcuni anni e non seguo più il calcio italiano come quando vivevo a Milano. Nei giorni precedenti alla partita qui in Spagna ho sentito più persone parlare dell'Inter come di una squadra in grande forma, molto pericolosa e con tanti campioni di calibro internazionale. Sono, invece, rimasto molto deluso perché l'Inter si è rivelata una squadra tecnicamente di seconda fascia e non certamente di primo livello come il Barcellona, il Real Madrid o la Juventus. Io baso le mie considerazioni solo sulla prova incolore di ieri sera, ma spero di essere contraddetto non solo da lei, ma anche dai prossimi risultati dell'Inter a partire dalla gara di ritorno a Milano del 6 novembre a San Siro. Matteo '94


Gentile Matteo, 

la tua disamina mi sembra un po' troppo severa nei confronti dell'Inter che ha dalla sua parte diverse attenuanti
, tra le quali spicca in particolare quella di non aver potuto schierare l'infortunato Nainggolan e di essere, invece, stata costretta a mettere in campo calciatori usciti malconci (es. Brozovic) dal derby contro il Milan. Rimane un dato di fatto: il Barcellona, anche senza Messi, esprime un calcio sia individualmente che collettivamente di altissimo livello (questo è fuori discussione!) a prescindere dalla forza dell'avversario. Il ritorno a Milano del 6 nov avrà il sapore della cartina di tornasole per valutare effettivamente il valore delle forze in campo. Non possiamo dimenticare le prime due vittorie dell'Inter nel girone di Champions League e neppure la lunga sequela di risultati sportivi in campionato. A mio avviso, per concludere, l'Inter potrà riaffermare a San Siro le sue potenzialità anche contro la furia dei calciatori spagnoli!
Ma ora passo la palla agli utenti di calciomercato.com: il Barcellona sarà capace di ripetere la bella prestazione di ieri sera contro l'Inter anche a San Siro oppure la spunteranno i neroazzurri?

PS: per una volta la risposta non va a toccare aspetti regolamentari o che riguardano in senso stretto il lavoro del procuratore. Ma è una lettera alla quale l'Avvocato Cataliotti, nelle vesti non solo di procuratore ma di grande appassionato di calcio, ha voluto dare una risposta per offrire spunti di riflessione ai nostri utenti (NDR). 

Per scrivere all'Avvocato Cataliotti utilizza lo spazio dedicato ai commenti, oppure vai su www.footballworkshop.it