Italia

Donnarumma 6,5: subito pronto al 12esimo minuto, parando con la manona, sul primo palo, il destro di Limnios. Poi la Grecia non si vede più e incita i compagni dalla porta. 

D'Ambrosio 6: sull'unica occasione della Grecia, quella di Limnios, c'è lui a tenere in gioco l'attaccante greco. Migliora col tempo, anche perché dopo pochi minuti ha dolore al ginocchio destro. Bel cross per Immobile, lavora bene di reparto.

Acerbi 6: la Grecia non attacca quasi mai, fa da spalla a Bonucci nella prima impostazione. Va in affanno solo su Limnios a inizio ripresa.

Bonucci 6: regista arretrato, spesso si sostituisce anche ai centrocampisti nel cercare le punte. Si dedica completamente alla costruzione del gioco. 

Spinazzola 6,5: finto terzino, vera ala. La difesa, in possesso, è a 3 e il romanista spinge appena può. Spina nel fianco, l'unico che riesce ad andare sul fondo. 

Barella 5,5: poco assaltatore, senza lui tra le linee il centrocampo è piatto. Insolitamente timido. Si vede davvero poco.
(dall'87' Zaniolo sv)

Jorginho 6: la manovra è lenta, troppo. Sbaglia anche i tocchi ravvicinati, non da lui. Torna lui dal dischetto, quando è glaciale: terzo gol su rigore, miglior marcatore dell'era Mancini. Cecchino.

Verratti 6: qualche lancio lungo sbagliato di troppo, nessun cambio di gioco indovinato, alterna dormite a illuminazioni. Un esempio? Perde la palla che dà il là a un contropiede pericoloso per la Grecia, ma c'è il suo zampino nell'azione che porta al rigore.  Chiesa 6: la solita voglia di fare. Cross pericolosissimo a inizio gara non raccolto dai compagni, recupero palla alta e consueto movimento perenne. Si fa male al 39esimo per un problema al flessore. 
(dal 39' Bernardeschi 6,5: si mette nella sua zolla preferita, largo a destra per sfruttare il mancino. E così fa nella ripresa, dopo qualche tentativo andato a vuoto. Bellissimo un assist per Insigne non sfruttato, prova positiva).

Immobile 5,5: sponde, lavoro sporco, più palloni toccati rispetto a Insigne. Ci prova di testa, ma Paschalakis vola. Pochi palloni giocabili, si impegna e fa il lavoro oscuro.
(dall'84' Belotti sv)


Insigne 6 Ha il merito di causare il rigore che porta il vantaggio azzurro, con quel piattone destro che incontra il braccio di Bouchalakis, ma fin lì si era visto pochissimo. Fatica a dialogare con Immobile, lui che in fase di costruzione è chiamato a fare la seconda punta, si sblocca dopo il rigore, provando due conclusioni non lontane dal diventare gol. 

All. Mancini 6: l'Italia fatica a trovare spazi, ad accelerare il ritmo e, di conseguenza, a fare gol. Cambia qualcosina nella ripresa, sintomatico di una strigliata nello spogliatoio. Comunque, risultato raggiunto: Italia a Euro2020. 


Grecia

Paschalakis 6
Bakakis 5
Chatzidiakos 5,5
Siovas 5
Stafylidis 6
Zeca 6
Kourbelis 5,5
Bouchalakis 5,5
(dal 75' Giannoulis sv)
Bakasetas 5
(dall'80' Mantalos sv)
Limnios 6
Koulouris 5
(dal 67' Donis 5)

All. Van't Schip 5,5