Messaggi d'amore, sussurrati, non urlati. Segnali, che possono significare tanto in certi casi, meno in altri. James Rodriguez e il Napoli continuano a cercarsi, specchiandosi l'un l'altro. Nella notte, in Coppa America, il 10 ha guidato la sua Colombia (contro il Qatar) alla seconda vittoria su altrettante gare, e alla conseguente qualificazione ai quarti di finale. Decisivo, con un assist di esterno sinistro pennellato sulla testa di Duvan Zapata.

L'APERTURA - Da San Paolo, a fine partita, in mixed zone, il fantasista, stuzzicato sul suo futuro, ha provato a glissare sull'ipotesi Napoli, non nascondendo però il gradimento alla possibile destinazione. "Andare al Napoli e tornare a lavorare con Ancelotti? Non so, per ora sto solo pensando alla Nazionale e a giocare una buona Coppa America". Pungolato, ha aggiunto: "Il Napoli è un club pieno di storia, lì ci ha giocato Diego Armando Maradona. Credo che mi troverei bene in questo contesto, ma come ho detto penso alla Colombia". LA SITUAZIONE - Come anticipato da calciomercato.com (QUI), il Napoli ha da settimane raggiunto un principio di accordo con James e con il suo agente Jorge Mendes, convinti da Carlo Ancelotti in persona. Con il Real Madrid, club con il quale il giocatore è sotto contratto, i passi in avanti sono costanti. I Blancos, grazie al lavoro ai fianchi di Mendes, in queste ore proprio a Madrid, hanno aperto al prestito con diritto di riscatto, la formula gradita al Napoli. Ancora in discussione la durata del prestito (annuale o biennale) e il costo totale dell'operazione: al momento si tratta di circa 6 milioni per il prestito oneroso più circa 35 per il riscatto. De Laurentiis proverà a limare ulteriormente le cifre, ma la chiusura della trattativa sembra sempre più vicina. Non è escluso che ulteriori, forse definitive, novità possano arrivare nei prossimi giorni, anche a stretto giro di posta.