Non solo l’Italia ha dovuto rifondare la propria nazionale dopo la mancata qualificazione al Mondiale, anche la Germania, che in Russia c'era e ha fallito, è dovuta ripartire, con nuovi interpreti, con un nuovo corso. Tra i nuovi volti del ct Loew c'è quello di Kai Havertz, centrocampista classe 1999 del Bayer Leverkusen. Non fatevi ingannare dall’età, il ragazzo è già al terzo anno consecutivo titolare in Bundesliga, a 20 anni non ancora compiuti ha collezionato 92 presenze e segnato 16 gol tra campionato ed Europa League. A molti ricorda Mesut Ozil (giocatore a cui ha dichiarato di ispirarsi), ad altri Michael Ballack, di certo ha la personalità dei giocatori navigati. A questo punto della stagione 2018/19 ha giocato 29 partite e messo a segno ben 13 gol, con 7 assist all'attivo. Score migliorato dalla passata stagione che terminò con 35 presenze condite da 4 gol e 9 assist. Il suo nome è finito da tempo sul taccuino delle big, tra le quali Bayern Monaco, Chelsea, Tottenham e Juventus. Chi lo prende fa un affare: parola di Heiko Herrlich, ex guida del Leverkusen, secondo il quale ai BayArena non si vedeva un talento del genere dai tempi di Toni Kroos.