Oggi Fabio Paratici era a Roma. Anche se dall'ambiente bianconero si assicura che non era lì per incontrare Gianluca Petrachi o altri dirigenti giallorossi, nonostante ci siano tanti argomenti di cui discutere. Uno su tutti, Gonzalo Higuain. Il Pipita resta un obiettivo concreto della Roma per il post-Dzeko, resta soprattuto uno di quegli esuberi eccellenti di cui la Juve dovrà cercare di liberarsi nel minor tempo possibile e l'interesse dei giallorossi è fin qui l'unico giunto a una fase avanzata di trattativa almeno tra i club. È ancora però tutto in attesa della mossa che possa azionare l'effetto domino, con Higuain che, fino a quando sarà possibile, proverà a restare in bianconero ma che sa anche quanto sia ormai considerato fuori dal progetto tecnico della Juve.  E RUGANI? - E Daniele Rugani? La pista che sembrava poterlo condurre alla Roma appare già raffreddatasi, con Dejan Lovren che ora appare vicino ad accontentare i desideri di Paulo Fonseca. Ma il difensore centrale bianconero è comunque uno dei giocatori sacrificabili, scivolato com'è in fondo alla gerarchie di Sarri nonostante per anni fosse stato un obiettivo dichiarato prima di Napoli e poi di Chelsea. Il Wolverhampton ci ha provato, ma lui ha detto di no. Con l'Arsenal invece era l'accordo tra i club a mancare. Ora che anche la Roma si defila, si accende un'altra ipotesi. Quella che porta al Monaco, un'idea concreta nata nella giornata di lunedì con una richiesta di informazioni da parte della società monegasca cui ha già fatto seguito, nelle scorse ore, un contatto diretto tra club, avvenuto a Roma. Nonostante il delicato momento dirigenziale del Monaco, che attende di ufficializzare l'erede di Michael Emenalo per il ruolo di ds (c'è l'ex rossonero Mirabelli tra i nomi più papabili), filtra la speranza di poter far entrare nel vivo questa trattativa entro la fine di questa settimana.