E' stata una giornata di incontri per la Juventus, che nei suoi uffici di Milano ha avuto anche un confronto con Fali Ramadani, agente, tra gli altri, di Miralem Pjanic. E proprio il centrocampista bosniaco, da diversi anni sogno proibito del Paris-Saint Germain, che anche la passata stagione aveva provato a strapparlo al club bianconero, è stato al centro di alcuni dei dialoghi tra le parti. Oltre che di alcune operazioni minori in uscita. L'incontro, andato in scena negli uffici milanesi della Juventus, è durato circa un'ora, con Fabio Paratici che ha lasciato la sede intorno alle 20 senza rilasciare alcuna dichiarazione e scuro in volto. 

NON INCEDIBILE - Il centrocampista bosniaco, infatti, non ha convinto fino in fondo Maurizio Sarri durante il precampionato, con il tecnico che sta valutando anche possibili alternative per il ruolo di mediano davanti alla difesa, non ultimo Adrien Rabiot, centrocampista polifunzionale arrivato a parametro zero proprio in questa finestra di mercato, senza dimenticare Rodrigo Bentancur. Una prospettiva che non può lasciare indifferente il PSG, che appena un anno fa era pronto ad offrire quasi il doppio dell'ingaggio al giocatore per portarlo sotto la Tour Eiffel.  OCCASIONE - E se dovesse arrivare un'offerta mostre, seppur last minute, ecco che la Juventus potrebbe valutarla con estrema attenzione. Durante l'incontro si è quindi parlato di quelli che potrebbero essere i parametri dell'affare, fermo restando che l'occasione di mercato rappresentata dal PSG è legata da un fil rouge all'affare Neymar. Nel caso in cui il brasiliano dovesse lasciare Parigi portando in dote un centrocampista come Modric o Rakitic, giusto per fare due esempi, diventerebbe complicato intavolare una trattativa concreta per la cessione di Pjanic. Altrettanto vero, però, è che il PSG valuta anche altre contropartite, Dembele su tutti, proprio per non precludersi la possibilità di arrivare al bosniaco, pallino di vecchia data della dirigenza del club. 

ADDIO POSSIBILE - E un addio del centrocampista bosniaco potrebbe aiutare tanto il PSG, alla ricerca di un centrocampista di livello internazionale che possa completare la mediana di Tuchel, quanto la Juventus, chiamata a risanare un bilancio zoppicante con una cessione di spessore. E l'addio di Pjanic, valutato 80 milioni di euro da Fabio Paratici, può essere la chiave di volta per risolvere tutti i problemi dei bianconeri. Una cifra del genere, infatti, permetterebbe di non sacrificare altri talenti e anche di concedere più spazio a Rabiot, che ha impressionato positivamente nelle prime uscite stagionali. Oggi intanto sono state gettate le basi per quello che può essere uno degli affari dell'estate: con la Juve disposta a rinunciare a Pjanic, anche se solo a determinate condizioni, e il PSG che aspetta e valuta, pronto a piazzare l'affondo per chiudere un colpo che in Francia inseguono da anni.