Vorremmo mostrarti le notifiche per le ultime notizie e gli aggiornamenti.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie.

Scorrendo la pagina o cliccando il pulsante "ho capito" acconsenti all'uso dei cookie e accetti la privacy policy.

Juventus-Inter: Allegri e il rumore dei nemici; Spalletti e la mentalità incolmabile di Ronaldo
Juventus-Inter, domani torna il derby d'Italia. Quello in programma all'Allianz Stadium alle 20.30 sarà il match numero 233 in partite ufficiali fra bianconeri e nerazzurri. Nelle 232 partite giocate finora, il bilancio è di 105 vittorie per la Juve, 57 pareggi e 70 successi per l'Inter. Per quanto riguarda il computo dei gol, la Juventus ne ha segnati 332, l'Inter 286. Nei confronti giocati a Torino, l'ultima vittoria della Juve è l'1-0 del febbraio 2017 (gol di Cuadrado), l'ultimo pareggio è lo 0-0 del dicembre 2017, mentre l'ultimo successo degli ospiti risale al novembre del 2012 (3-1, con doppietta di Milito e gol di Palacio, a ribaltare il vantaggio juventino firmato da Vidal). 

Quella di domani è una gara molto attesa anche dagli scommettitori: sulla app scommesse di Merkur-win potete trovare tutte le quote del match.

Alla vigilia, ecco le parole degli allenatori. Max Allegri, allenatore della Juventus: "Domani partita bella e importante, è il derby d'Italia. Sarà una serata affascinante al di là della classifica, tra due squadre che insieme al Milan hanno fatto la storia del calcio italiano. Per noi è una partita importante sotto l'aspetto emotivo, ma anche tecnico e tattico. Contro una squadra che è cresciuta molto in autostima. Insieme al Napoli è l'antagonista della Juventus, in questo momento. Il rumore dei nemici? I campionati si devono vincere, non si ammazzano. Sono passate 14 partite, mica 38. Che tutti tifano Inter è normale, ma la battaglia c'è uguale perché mancano tanti punti, tante partite. Noi dobbiamo continuare sul nostro cammino. Tra domani e mercoledì, per noi è più importante mercoledì perché ci giochiamo il primo posto mentre domani solo una partita. Guardando altri gironi di Champions è molto importante il primo posto". 

Luciano Spalletti, allenatore dell'Inter: "La Juventus è una squadra che tutti gli anni va a tentare di mettere dentro calciatori che possono fare la differenza rispetto all'anno prima. Tre anni fa, quando ero a Roma, ci hanno preso Pjanic. L'anno scorso avevamo uno dei terzini più forte del campionato, Cancelo, e ce lo hanno preso. Hanno preso Higuain dal Napoli. Sono dettagli importanti per una crescita verticale. Quest'anno hanno preso Cristiano Ronaldo: la mentalità che porta lui dentro lo spogliatoio è incolmabile. Questa è la differenza. Noi abbiamo fatto il nostro percorso. Loro sono dentro un modo professionistico di fare che è giusto e infatti sono avanti. Dobbiamo giocare queste partite con personalità e carattere. Quello che è visto nelle ultime partite è un segnale importante: se facciamo bene quello che sappiamo fare tutti possono soffrire, al di là dell'avversario".

Le più commentate
09/12
213
Milan, Leonardo: 'Ibrahimovic non arriverà. Studiamo l'affare Fabregas'
09/12
135
di Marcello Chirico
ESCLUSIVO!
Icardi non vale mezzo Ronaldo: Inter, anche quest'anno vinci il prossimo...
08:30
91
Icardi al Bernabeu per River-Boca: Inter imbarazzata, tifosi infastiditi
Commenti
Devi inserire un contenuto al tuo commento prima di inviarlo!
Grazie per averci inviato il tuo commento. È stato ricevuto e verrà valutato. Se sarà ritenuto pubblicabile sarà online a breve. Il sistema non accetta pubblicazioni ripetute dello stesso commento, ti chiediamo quindi di evitare di inviarlo nuovamente.

Hai mai pensato di aprire un blog su Vivoperlei? Scrivi il tuo articolo, potresti vincere un premio ogni settimana!

Chiudi e non mostrare più Apri un Blog su VXL
Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Calcioinfinito srl manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.