Il Milan e la Juventus al tavolo, a volte ritornano. Perché dopo l'operazione Higuain-Bonucci-Caldara della scorsa estate, Leonardo e Maldini sono tornati a bussare al tavolo di Fabio Paratici questa volta per un'idea inaspettata di pochi giorni fa: il Milan ha chiesto Moise Kean in prestito alla Juventus, 6 mesi per dare spazio al gioiello classe 2000 dei bianconeri nel 4-4-2 di Gattuso e poi chissà, affrontare più avanti un eventuale discorso sull'acquisto a titolo definitivo. Idea natalizia del Diavolo che la Juve non ha digerito molto bene.

IL MURO DELLA JUVE - La replica di Paratici con la regia di Max Allegri è stata forte e chiara: Kean non si vende, men che meno al Milan. Perché non c'è volontà di aprire a situazioni pericolose in vista della prossima estate col rischio di perdere il giocatore, c'è un discorso rinnovo ancora da affrontare con l'agente Raiola ma soprattutto Allegri da qualche giorno ha chiesto di frenare le manovre per il prestito di Moise - precedentemente 'autorizzato' - perché lo vede in grande crescita e preferisce trattenerlo ancora. Insomma, la Juve ha sbattuto la porta e il Milan ha preso nota perché Kean adesso non si muove. Un messaggio anche a Raiola, il rinnovo prima di tutto.
BLOCCATO MFOMO - La risposta di Leonardo non si è fatta attendere e tocca il mercato dei giovani: accostato alla Juventus nei mesi scorsi e considerato un affare impostato, il giovane terzino sinistro del Monaco Leroy Abenda Mfomo classe 2000 è adesso in pugno al Milan per il prossimo giugno. A scadenza di contratto, Mfomo non è più diretto alla Juve ma c'è stato il blitz del Diavolo: la chiusura dell'operazione a parametro zero è possibile già nei prossimi giorni, Leonardo è fiducioso e vuole bloccare Abenda Mfomo a breve giro per evitare sorprese. Perché tra Kean e Mfomo è anche un mercato classe... 2000.