Seconda punta, 21 anni appena compiuti, già sprazzi di grande talento messi in mostra al primo anno di Serie A. L'identikit è quello giusto: Christian Kouamé e il Milan non sono stati accostati per caso, un'idea che risponde perfettamente a quello che manca a Gattuso per un 4-4-2 più competitivo. Questo ragazzo classe '97 costato solo 5 milioni al Genoa è diventato una nuova miniera d'oro per Preziosi che parte da una valutazione di 30/35 milioni trattabili per privarsi di lui dalla prossima estate. E così negli ultimi giorni l'idea del Milan di prenderlo a gennaio in prestito con riscatto già fissato sta naufragando di fronte a queste condizioni. AVANZA IL NAPOLI - A complicare ulteriormente i piani infatti c'è stato un prepotente inserimento del Napoli, ormai allertato dell'interesse del Milan e degli incontri da parte del suo entourage con il ds della Roma, Monchi. La strategia di De Laurentiis e Giuntoli è chiara: acquistare subito Kouamé lasciandolo in prestito per 6 mesi al Grifone, un'opzione che convincerebbe il presidente Preziosi e che consegnerebbe un talento ancor più 'sgrezzato' ad Ancelotti nella prossima estate. Nelle ultime ore si è entrati nel vivo, bisogna far quadrare i conti sul prezzo definitivo di Kouamé, Napoli e Genoa sono in perenne contatto. Mentre la dirigenza azzurra ha iniziato ora anche a muoversi con l'entourage del giocatore, opportunità per avvicinarsi e spingere ancora. Christian Kouamé piace a tanti, il Milan si allontana e ora in pole c'è il Napoli che ha possibilità di comprarlo subito e lasciarlo al Genoa. Il contrario del Diavolo, aperto a prenderlo in prestito subito con riscatto già fissato. Ecco perché De Laurentiis si sente in pole position...