Talenti già pronti. Questa è una linea guida per il mercato dell'Inter, attiva su diverse potenziali operazioni tra gennaio e giugno a seconda dei costi, delle opportunità e della fattibilità: Kulusevski è una priorità ma con tanta concorrenza, de Paul piace molto eppure costa caro, nella lista dei giovani con un curriculum già di buono spessore va inclusa un'altra idea spuntata in questi giorni. Si tratta di Boubakary Soumaré, centrocampista classe '99 del Lille con cui è protagonista da tempo in prima squadra, tra Ligue1 e anche Champions League quest'anno a livelli molto alti.


COSA SUCCEDE - Soumaré è un osservato speciale per l'Inter da tempo: promosso a pieni voti perché centrocampista box to box, dotato di grande fisicità e buoni piedi, vede bene il gioco e dimostra grandissima personalità anche nelle sue apparizioni europee. Insomma, il francese piace molto e rientra nell'elenco delle idee: il costo si è impennato dopo il rinnovo fino al 2024, fino a poche settimane fa il contratto era a scadenza 2020 ma il ragazzo ha scelto di rinnovare. Ecco perché ci vorrà uno sforzo da oltre 30 milioni di euro per averlo, altra operazione onerosa proprio come quella per Kulusevski, l'Inter tra gennaio e giugno sarà chiamata a scegliere. Ma se Dejan è una prima scelta, Soumaré andrà incluso nei ragionamenti e nei discorsi per un ruolo diverso. Lo sa bene la Juventus, un anno fa a gennaio era stato trattato nei giorni finali del mercato prima di desistere a fronte delle richieste economiche del Lille: Paratici scelse di fare un passo indietro, ora ci si è fiondata l'Inter ma dalla Premier c'è più di un club attivo e pronto a investire. Un problema per un affare complesso

Ascolta "L'Inter vuole Soumaré, ma la Juve..." su Spreaker.