Non solo il desiderio Kulusevski, l'affare complicato Tonali o l'idea costosa Soumaré. L'Inter nel proprio elenco di giovani gioielli da puntare sul mercato ha sottolineato anche il nome di Gaetano Castrovilli: il centrocampista classe '97 della Fiorentina piace a tutta la dirigenza, abbina dinamismo a qualità e visione di gioco, sta mostrando una maturità impressionante che lo ha portato fino alla Nazionale. La società lo stima e lo segue da vicino come vi abbiamo raccontato, i rapporti anche con l'entourage sono ottimi ma ad oggi non basta.


LA POSIZIONE VIOLA - L'Inter infatti per gennaio difficilmente si svenerà nell'assalto di Gaetano, fresco di rinnovo fino al 2024. I motivi sono due: in primis il prezzo si sta elevando di settimana di settimana, anzi di partita in partita; ma soprattutto la Fiorentina non ha nessuna intenzione di cederlo a stagione in corso. Il presidente Commisso non è contento dell'andamento della squadra e certamente non vuole smantellarla in inverno, al massimo ragionerà sulle cessioni in estate ma non intende privarsi di Castrovilli in pieno gennaio. L'Inter lo sa bene e rispetta questa volontà, ha ottimi rapporti con la Fiorentina e non farà alcuno sgarbo dopo i dialoghi impostati in estate per Politano e Borja Valero, ma anche per l'operazione Biraghi-Dalbert andata in porto. Dietro c'è anche il grande interesse per Chiesa su cui l'Inter è concreta e non andrà certo ad indispettire la Fiorentina, pur apprezzando anche Castrovilli. Si ragionerà in estate, per tutti questi nomi.