La Premier League lo aspettava da quando firmò con il Napoli, una scelta dovuta a Rafa Benitez proprio quando stava per accordarsi con l'Arsenal. Gonzalo Higuain da ieri sera è un nuovo giocatore del Chelsea; non solo, il Pipita ha capito che il suo rapporto con la Juventus è definitivamente concluso. Perché nonostante la formula del trasferimento sia un prestito con diritto di riscatto per 6 mesi con possibilità di un altro anno, dalla società bianconera è stato mandato un ultimo avviso all'argentino: Higuain non rientrerà più nei piani della Juve in alcun modo, neanche se non dovesse essere riscattato dal Chelsea e dovesse fare ritorno a Torino in estate.

SALUTI FINALI - La Juventus infatti inizialmente non era d'accordo all'idea di rompere il prestito al Milan perché convinta di incassare a giugno i 36 milioni del riscatto, dopo aver visto Elliott sborsare ben 9 milioni per il prestito oneroso semestrale. Quando ha fiutato da ottobre in avanti l'idea di Higuain di andarsene a tutti i costi dovuta al cambio di rotta del Milan sul riscatto del Pipita, la Juve ha percepito un'insistenza totale da parte di Higuain: volontà di andar via a tutti i costi, il pazzo pensiero anche di tornare in bianconero da gennaio per 6 mesi e poi vedere cosa sarebbe successo, pur di andar via dal Milan vista la rottura con la società.
Niente da fare, dal fronte Juve chiusura a ogni potenziale ritorno di Higuain; non solo, quando il Chelsea ha iniziato ad insistere e il Pipita ha aperto a questa possibilità, Paratici ha dato l'ok dopo diversi giorni di scetticismo andando a ribadire a Gonzalo che anche se dovesse formalmente rientrare a giugno in bianconero senza riscatto, dovrebbe trovarsi un'altra sistemazione. Insomma, giocati le tue chances al Chelsea nella speranza (per tutti) di un riscatto già in estate ma con la Juve è finita: messaggio forte e chiaro, il Pipita ora si gode Londra ed è entusiasta della chiamata di Sarri. Finalmente la Premier, dopo la rottura col Milan e i saluti finali della Juventus.