La stagione di Douglas Costa è stata decisamente insufficiente. Un pensiero condiviso tra sfortuna, infortuni e qualche follia che è costata molto cara all'esterno brasiliano: i lampi dell'andata con l'Ajax sono rimasti l'unica impronta positiva di un'annata non all'altezza della sua qualità, prima di infortunarsi nuovamente in vista del ritorno. Lo sputo a Di Francesco, i continui problemi muscolari prima e al polpaccio poi, l'incidente in macchina nel giorno libero, Douglas non ha rappresentato a dovere lo stile Juventus tanto che il club ha aperto alla sua cessione nella prossima estate. Sì, la Juve ascolta offerte a differenza di un anno fa quando lo aveva ritenuto incedibile anche di fronte ai tentativi del Manchester City con Pep Guardiola primo sponsor.

LA SCELTA DELLA JUVE - Da parte del club bianconero non c'è comunque l'intenzione di svendere un giocatore importante che ha vissuto una stagione negativa; la valutazione rimane sui 60 milioni di euro e non c'è volontà al momento di inserirlo in potenziali scambi, la Juventus preferirebbe eventualmente cedere Douglas Costa per fare cassa in vista dei rinforzi estivi. Ce ne sarà bisogno: Federico Chiesa e Joao Felix sono i due nomi che intrigano di più per l'attacco che verrà, entrambi costano tanto e il brasiliano può aiutare a rimpolpare le casse bianconere per nuovi investimenti. Dalla Premier League ci sono già stati sondaggi concreti, il Paris Saint-Germain ci farebbe un pensiero in caso di cessioni in attacco, Douglas Costa ha capito che c'è la seria possibilità di lasciare la Juventus a luglio prossimo. La società e Max Allegri si aspettavano ben altro da lui quest'anno ma non accetteranno proposte al ribasso. Chi vuole Douglas, sa che la Juve ascolta.