Sognando Daniele. Perché se gli nomini De Rossi, gli occhi si illuminano in un attimo. Salvatore Pezzella ha talento, la stoffa del giocatore vero, la Roma lo sa bene: si ritrova in casa un'altra pepita d'oro, tra l'exploit di Zaniolo e la crescita di Pellegrini c'è un nuovo centrocampista che promette benissimo. Italiano anche lui, giallorosso purosangue, classe 2000 e nato a Roma con mamma romanista. Il destino non mente. Come i suoi numeri: quattro gol fin qui nel campionato Primavera, quattro assist anche in Youth League, la cantera giallorossa ha un gioiellino in più che si sta mettendo in mostra.

IL MITO DE ROSSI - Lo sa perfettamente anche il ds Monchi, convinto di puntare su questo ragazzo e blindarlo per il futuro della sua Roma.
Perché proprio nella Champions dei giovani ha iniziato a seguirlo l'Arsenal, scout attenti ai suoi progressi. Pezzella è in crescita continua, allenamento dopo allenamento anche al fianco di Daniele De Rossi stesso: il suo idolo, un modello da seguire con orgoglio in ogni sessione quotidiana. Lavoro duro e voglia di imparare, l'emozione di affiancare DDR con l'entusiasmo di sognare quei livelli. Musica napoletana sul tragitto casa-Trigoria, la stessa storia giorno dopo giorno. Salvatore ha talento in campo come fuori, testa sulle spalle e vita tranquilla, il tempo libero è dedicato alla fidanzata Giulia. Tranquillità che diventa ferocia positiva sul campo, Pezzella si trasforma, anima e cuore per la sua Roma. Con un futuro da ennesimo talento italiano in rampa di lancio nella Capitale. Sognando De Rossi, come fosse un film.