Tutta una questione di testa. La situazione in casa Lazio parte proprio dalla testa.  Inspiegabile aver preso il gol di Saponara nei secondi finali, quando, pochi istanti prima, la palla era tra le mani di Strakosha, lato Lazio. Una follia, come riporta il Messaggero, figlia dei soliti black out. L'anno scorso in sette minuti la Lazio ha perso semifinale di Europa League e qualificazione alla Champions League. In questa stagione sono già 8 i black out tra coppa e campionato. Il vero problema della Lazio è la testa. 

PROBLEMI DI TESTA - I problemi arrivano tutti dalla testa. Da nove giornate la Lazio incassa almeno una rete. Se attaccata nella giusta maniera, la Lazio subisce un gol:  18 reti incassate contro le 16 dello scorso anno, ma soprattutto 16 reti in meno realizzate. La Lazio dello scorso anno aveva 10 punti e Milinkovic e Luis Alberto in più. Serve testa, e servono anche loro.