Ieri sera in prima serata su Canale 5 è andato in onda il film 'Pelé' (2.296.000 di telespettatori con uno share del 10,59%). L'ex campione di calcio brasiliano è protagonista, insieme al suo rivale storico argentino, di una nuova canzone dei Thegiornalisti. Il singolo 'Maradona y Pelé' esce in radio e su tutte le piattaforme digitali venerdì. Nell'attesa è stato pubblicato il teaser del videoclip ufficiale, dove compare l'attrice Benedetta Porcaroli, protagonista della serie tv 'Baby', ispirata al fatto di cronaca delle baby squillo della capitale. 

Tommaso Paradiso racconta: "L'ho scritta in momenti diversi, un po' come è stato per Completamente. Nel tempo avevo accumulato parti di canzone, ma non una canzone completa. Il lavoro finale è stato mettere tutto insieme. Il primo seme è stata questa immagine di "labbra" stupende, da qui mi sono visto in una torrida notte romana di fine giugno, dentro casa, solo, insonne; e allora ho sognato una pioggia e un luogo lontanissimo dove ballare con lei. Però mi mancava sempre qualcosa, non volevo chiuderla così. Per cui mi son detto 'devo metterci qualcosa di assolutamente evocativo, assolutamente mio e assolutamente romantico: Robert de Niro, l'attore icona di questa vita, Sandokan, la mia infanzia e la mia colonna sonora firmata Oliver Onions, Maradona y Pelé, il diavolo e l'acqua santa del più gioco più bello del mondo". 

Tommaso Paradiso è un tifoso della Lazio e ha dichiarato alla Gazzetta dello Sport in vista della finale di Coppa Italia di stasera allo stadio Olimpico di Roma: "L'ultima volta contro l'Atalanta non è certo andata bene, ma credo che la Lazio in una partita secca sia molto più forte che sulla lunga distanza come quella di un'intera stagione. Sono scaramanticamente fiducioso, diciamo che non posso credere che ci prendano nuovamente a schiaffi. Se giocassimo contro la Juve, la Roma, il Milan, me la farei un po' più sotto proprio per l'icona e per la pesantezza che hanno storicamente queste squadre. Ma stavolta credo potrebbe andarci bene, vediamo un po'. Nel nuovo singolo non parlo di Chinaglia? Sono più innamorato dei giocatori dell’era Cragnotti: Boksic, Signori, Casiraghi, i primi veri miti. Ma pure Peruzzi, Nesta, Stam. Fino ad arrivare a questa di Inzaghi e Immobile. A Roma il calcio è tutto. E mi piace. Lo senti e lo respiri. È bello anche tutto quel chiacchiericcio nelle radio. La gente che ne parla nelle botteghe. È la ragione di vita il calcio. Una vera malattia". 

Alla Gazzetta dello Sport ha parlato anche il presidente del consiglio, Giuseppe Conte: "Maradona o Pelè? Maradona l’ho visto giocare tante volte, di Pelè ho visto spezzoni di partite, era di un’altra epoca. Direi Maradona".