Beppe Marotta non è sicuramente tipo da lasciarsi impressionare da certe affermazioni, anche perché conosce bene Antonio Conte e con il tecnico salentino c’è massima sintonia. «In Champions è necessario poter ricorrere all’esperienza, a chi la chiedo, a Barella che è arrivato dal Cagliari o a Sensi preso dal Sassuolo?». L’ex c.t. avrà anche calciatori abituati a certi palcoscenici, questo è assodato, ma intanto gli uomini mercato della società nerazzurra tornano a guardare in casa del Cagliari, dove c’è un calciatore che Ausilio ha studiato per molto tempo quando ancora giocava nel Boca Juniors. Parliamo di Nahitan Nandez, centrocampista classe 1995 che al suo primo anno in Italia non ha mostrato esitazione alcuna.

BRAVO GIULINI - Subito protagonista nell’undici di Maran, Nandez ha dimostrato di reggere immediatamente il cambio di ritmo tra il campionato argentino e quello italiano. Il calciatore uruguaiano, nato inizialmente come trequartista, si è trasformato in un centrocampista moderno, in grado di occupare tutti i ruoli della mediana. Carattere, passo e visione di gioco, Nandez ha una spiccata personalità e sono bastati solo tre mesi per identificarlo già come calciatore da palcoscenici di altro rilievo, nonostante sia doveroso evidenziare i meriti del Cagliari che si sta affermando come una delle più piacevoli realtà del nostro campionato. Come occorre evidenziare i meriti di Giulini, che con coraggio ha investito oltre 20 milioni di euro per Nandez, convinto che le sue qualità potessero emergere anche in Italia. Convinzione e lungimiranza che invece altri non hanno avuto di fronte alle richieste economiche del Boca. L'INTER OSSERVA INTERESSATA - L’Inter ha sciolto le riserve, Nandez è un calciatore pronto e potrebbe risultare perfetto per Antonio Conte. La concorrenza sarà elevata e i costi sono destinati a salire molto, come già era accaduto con Barella, che però sta dimostrando di valere la somma investita dalla società di viale della Liberazione. Inter e Cagliari dovranno sedersi a tavolino anche per trattare la questione Nainggolan: solo una qualificazione in Europa potrebbe convincere Giulini a trattenere il belga nonostante l’alto ingaggio, ma a quel punto bisognerà accordarsi per il prezzo del cartellino. Si parlerà sicuramente anche di Nandez. Oggi è presto per azzardare ipotesi ma l’Inter segue con estrema attenzione la crescita di questo calciatore che anche Conte stima molto.