"A gennaio non si muove". La linea del Sassuolo si è confermata nei fatti, Stefano Sensi è stato trattenuto nell'ultima finestra di mercato nonostante l'assalto del Milan. Perché Leonardo ha fatto sul serio per il centrocampista della Nazionale: qualità, personalità e caratteristiche che ricordano Verratti al dirigente rossonero, lo stesso peraltro che portò proprio l'ex Pescara dalla Serie B al Paris Saint-Germain. Il regista del Sassuolo è nella lista di Leo anche per rapporto qualità-prezzo, un innesto italiano che intriga ma le condizioni fissate da Squinzi sono molto chiare. I DETTAGLI DELL'AFFARE - Anche negli ultimi giorni, la dirigenza neroverde ha informato il Milan sul prezzo di Sensi che potrebbe lievitare presto: ad oggi la valutazione è attorno ai 25 milioni di euro, l'operazione potrebbe allargarsi perché al Sassuolo piace il giovane portiere Plizzari e non solo, la strategia di Leonardo sarebbe proprio di inserire delle pedine nell'affare. Sensi ha già aperto le porte al Milan, così come i vertici rossoneri hanno mantenuto una corsia preferenziale per il centrocampista in vista di giugno dopo aver trovato il muro del Sassuolo per gennaio: Leonardo è convinto, Sensi è sotto osservazione da tutta la dirigenza del Milan e le condizioni dell'operazione sono già impostate. Palla al Diavolo, Stefano Sensi è un nome da tenere assolutamente in considerazione per il Milan 2019/2020.