E' arrivato a gennaio, dopo aver giocato poco, pochissimo, con la maglia dell'Atalanta. E da quando è sbarcato a Milanello, si è preso il posto da titolare. Simon Kjaer, difensore centrale del Milan, è diventato insostituibile per Stefano Pioli: da quando è arrivato, infatti, il danese ha saltato solo il match contro il Verona, causa influenza. Per il resto, sempre presente, sempre titolare, con soli 8 minuti di riposo nella vittoria per 3-0 sulla Spal. 

MUSACCHIO IN PANCA - 90 minuti con Udinese, Brescia, Inter e Juventus, 120 con il Torino: al fianco di Romagnoli sempre lui, questo classe '89 che ha preso il posto a Mateo Musacchio, spesso vittima di infortuni e di prestazioni altalenanti, e che si sta rivelando guida preziosa per l'intera retroguardia, facendo pesare la sua esperienza internazionale. Capitano della Danimarca, si è preso il posto da titolare nel Milan. E ora quel riscatto...

IL RISCATTO... - In prestito con diritto di riscatto dal Siviglia, per una cifra intorno ai 5 milioni di euro, Simon Kjaer sta convincendo tutti, compagni, allenatore, dirigenza e tifosi: guida preziosa per i più giovani, sempre positivo in fase difensiva, utile in campo e fuori. E se dovesse continuare con questo rendimento fino al termine della stagione, l'ex Palermo, Roma, Wolfsburg e Fenerbahce potrebbe davvero restare in rossonero, in un ambiente che ha bisogno di elementi di esperienza e di carisma. E Kjaer sta dimostrando di avere le caratteristiche che servono a questo Milan.